11 Commenti

Dai depositi del museo civico
al Castello Sforzesco e Louvre:
in prestito sculture cremonesi

Alcune sculture in cotto e bassorilievi dei depositi del museo Civico Ala Ponzone, potrebbero figurare nella mostra dedicata alla scultura italiana dall’ultimo Donatello al primo Michelangelo che si terrà il prossimo anno prima al Castello Sforzesco di Milano, poi al Louvre di Parigi. Ieri la conservatrice dei musei del castello Sforzesco Francesca Tasso ha effettuato un sopralluogo a Cremona, accompagnata dal collega del museo civico Mario Marubbi. Presto arriverà anche l’omologo del museo francese, Marc Bonnard. La mostra milanese è prevista dal 6 maggio prossimo, quella parigina dal 25 settembre e coprirà l’arco temporale 1460 – 1515/20. I depositi del museo civico hanno abbondanza di sculture e bassorilievi in cotto che raccontano la storia dell’arte lombarda in quel periodo e che non possono essere mostrati in pubblico per carenza di spazi. Per il nostro Museo, dunque, si apre una nuova opportunità per farsi conoscere all’estero, senza dimenticare che proprio il Louvre ospita l’originale del portale di palazzo Stanga Trecco la cui copia è a palazzo Comunale.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    Il titolo già dice tutto.

    • Angelo Dellamorte

      è una opportunità di far conoscere questi preziosi reperti in mostre e situazioni di livello e una occasione per promuovere la città di Cremona. Ma illuminatus è già in polemica e vede la criticità nel fare uscire oggetti prezioni dai confini del regno cremonese….

      • Illuminatus

        Dov’è la polemica?

        • Angelo Dellamorte

          nel tuo commento. nei tuoi pensieri.

          • Illuminatus

            …e immagino nella mia anima. Ti consiglio uno Xanax. Buona serata.

          • Angelo Dellamorte

            Ancora Xanax? Qualcosa di nuovo?!?

          • Orto

            Suggerisco del lambrusco mantovano, con moderazione. Il commento di Illuminatus io lo interpreto così: probabilmente questi reperti in cotto stivati nei magazzini non sono mai stati visti dai Cremonesi. Se non allestirli in via permanente, fare almeno un’esposizione temporanea ad hoc prima di rincelophanarli e riporli sulle scansie? Io non andrei fiero del fatto che vengano ammirati in mostre di prestigio sapendo che noi li teniamo in cantina.

          • Illuminatus

            Bravo Orto, hai colpito nel segno. L’intelligenza è ormai dote rara.

          • Angelo Dellamorte

            Questo è chiaro e non era necessario esplicitare il commento ma, ribadisco, se non abbiamo fondi per metterli in mostra qui è bene utilizzarli per mostre temporanee. Ideale sarebbe fare una super mostra Cremona.

            Buona domenica
            …ma dove diavolo ho messo il xanax…

          • Orto

            Secondo cassetto. Di solito trovi tutto nel secondo cassetto. Una noce, una foto, la pila, accendino, il vinavil, la pinza, il Xanax. Buona domenica

          • Illuminatus

            Hahaha sembri mia moglie!!!