Ultim'ora
3 Commenti

Maxi razzia da Buttarelli:
in azione due incappucciati
immortalati dalle telecamere

Foto Sessa

Una sequenza degna di un film, quella ripresa dalle telecamere interne del negozio di telefonia ed elettrodomestici Buttarelli, sulla Castelleonese, depredato, la notte appena trascorsa, da una coppia di ladri. I due, incappucciati, con i guanti, con sacchi neri e con uno zaino sulle spalle contenente gli attrezzi necessari per mettere a segno il colpo, sono riusciti a portare via un bottino ancora da quantificare, ma nell’ordine di decine di migliaia di euro: telefoni di ogni marca, compresi quelli di ultima generazione, una quindicina di computer, ma anche rasoi, depilatori, piastre e quant’altro contenuto nelle teche, trovate completamente vuote. In azione sono entrate due persone che si sono mosse all’interno del negozio gattonando per non far attivare l’allarme e per farsi riprendere il meno possibile dall’occhio elettronico. Sapevano della presenza delle telecamere e l’impressione è che il colpo sia stato preparato e studiato nei minimi dettagli. Un lavoro da professionisti. L’allarme, come ha spiegato il titolare Attilio Buttarelli, è scattato la prima volta a mezzanotte, ma i responsabili del servizio di vigilanza, una volta arrivati sul posto, non hanno notato nulla di anomalo. La seconda volta l’allarme è scattato all’una di notte, e il negozio è stato controllato con le telecamere. Anche in questo caso niente di strano. Per entrare in azione i malviventi hanno atteso le due e dieci. Sono entrati dal retro, scavalcando il cancello e accedendo alla parte laterale dell’esercizio di telefonia. Qui hanno tagliato la rete e hanno divelto l’inferriata di una delle finestre che, attraverso le scale, porta all’interno. Una volta dentro, travisati e con tutto l’occorrente, hanno gattonato per i corridoi, arrivando alle teche della sezione di telefonia. Queste sono state aperte senza essere danneggiate e sono state letteralmente svuotate di tutto il contenuto. Poi hanno raggiunto la parte degli elettrodomestici, portandosi via rasoi e depilatori. Infine, una volta messo tutto il bottino nei sacchi, i ladri hanno fatto marcia indietro e sono usciti da dove erano entrati, caricando la refurtiva su un mezzo lasciato all’esterno. “Alle 6 di questa mattina ho visto dal telefono che era scattato l’allarme”, ha raccontato Attilio Buttarelli, “e così ho controllato le telecamere e ho visto le teche dei telefonini vuote”. A quel punto è scattata la chiamata alle forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno effettuato un primo sopralluogo e acquisito le immagini delle telecamere. La denuncia di furto sarà formalizzata nelle prossime ore. Il negozio di Buttarelli è stato preso di mira più volte dai ladri nel corso degli ultimi anni tra furti e tentativi di furto. L’ultima volta che i malviventi ci avevano provato risale al settembre del 2017.

Sara Pizzorni

Fotografie di Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti