Commenta

Politiche di sostenibilità,
Lgh chiama cittadini ed enti
locali alla partecipazione

Lgh dà il via a un’iniziativa di ampio respiro rivolta a tutti gli interlocutori del territorio: il Gruppo apre al confronto e promuove la partecipazione di tutti i propri stakeholder – enti locali, imprese e cittadini dei territori – per raccogliere gli elementi considerati prioritari per indirizzare la strategia di sostenibilità dell’azienda.
“Si tratta di una attività di ascolto di grande portata che intende far tesoro delle indicazioni provenienti da tutti gli interlocutori dell’azienda, interni ed esterni” fa sapere l’azienda in una nota. “Lo scopo è quello di sviluppare un dialogo strategico, inclusivo e sistematico su linee di indirizzo sociali, ambientali ed economiche del Gruppo. Lgh si mette così concretamente all’ascolto dei territori”.

Questo nuovo percorso “di trasparenza ed inclusione comprende il salto di qualità nella rendicontazione della sostenibilità, attraverso lo strumento dell’OpenReportTM (https://openreport.lgh.it/) inaugurato nel 2018. Si tratta di un portale innovativo, dinamico e interattivo che consente l’aggiornamento in itinere di dati e indicatori su risultati e performance, con informazioni su attività e progetti realizzati” continua l’azienda.

“Ed oggi viene compiuto un secondo importante passo: Lgh incrementa ulteriormente il coinvolgimento di cittadini, imprese ed enti locali, chiedendo loro di selezionare e valutare i temi che considerano più importanti nella definizione delle politiche di sviluppo e sostenibilità di Lgh. Fino al 16 settembre tutti possono partecipare, in modo semplice e veloce: collegandosi ai siti www.lgh.it oppure https://openreport.lgh.it/ si verrà guidati nella compilazione di un questionario costruito sulle tre dimensioni: sociale, ambientale, economica-governance. Accedendo al questionario, si potrà assegnare a ciascun tema della sostenibilità di Lgh un livello di importanza sulla base della propria sensibilità e tenendo conto delle attività messe al servizio del territorio”.

Le indicazioni raccolte contribuiranno all’aggiornamento della matrice di materialità di LGH, cioè le aspettative dei gruppi di stakeholder rispetto alle opportunità/priorità di business che riguardano la strategia aziendale. I risultati dei questionari aiuteranno ad aggiornare di conseguenza i contenuti dell’OpenReportTM.

“Il percorso di responsabilità e dialogo fattivo con il territorio passa dai tanti servizi pubblici gestiti e dalla collaborazione sempre più efficace a favore delle comunità locali, con enti pubblici ed imprese” commenta Giorgio Bontempi, Presidente di Lgh. “Oggi Lgh fa di più e si mette all’ascolto delle valutazioni di tutti gli interlocutori, interni ed esterni, di tutti coloro che contribuiscono alle performance sociali, ambientali ed economiche del Gruppo stesso. Ci auguriamo che la compilazione del questionario sia colta come una interessante e responsabile opportunità di partecipazione”.

“11 bilanci di sostenibilità, dal 2006 al 2017, e poi, nel solco della grande cultura della sostenibilità diffusa del Gruppo A2A, il nostro OpenReport: sono questi gli step importanti di un dialogo serio e multilivello che Lgh ha sempre portato avanti con uno spirito di continuo miglioramento e ampliamento della base di condivisione e consenso” conclude Claudio Sanna, Amministratore Delegato di LGH. “La nostra iniziativa industriale ha scopi di servizio e ci rivolgiamo a ora tutti gli stakeholder per recepire indicazioni ed aspettative che saranno considerate con attenzione. L’OpenReport diventa oggi una ulteriore porta di ingresso per le valutazioni di tutti i nostri territori”.

© Riproduzione riservata
Commenti