Commenta

Laghetto pista ciclabile,
a breve la posa
della nuova recinzione

Attende ancora una sistemazione definitiva il laghetto del parco interno alla pista ciclabile al Po. “A breve sarà attiva la ditta incaricata dell’installazione della nuova recinzione”, spiega Marco Pagliarini, dirigente dei Lavori Pubblici del Comune. La nuova recinzione, offerta dall’azienda Phoenix al Comune ancora sul finire della passata amministrazione, è in metallo simile a quello utilizzato per i ponticelli e per recintare il perimetro dello stesso parco intitolato a Maffo Vialli. Un’operazione che dovrebbe svolgersi già domani e che si presenta necessaria, dopo che scorsa settimana un gruppo di volontari di ‘Cittadini per passione’ aveva rimosso la precedente staccionata in legno, i cui resti sono ancora accatastati nel parco.

Il laghetto si presenta ora molto diverso da quello originario, ricoperto da un fitto strato vegetale (la ‘lenticchia d’acqua’), cresciuto dopo che è stata cambiata la forma di approvvigionamento d’acqua: non più dall’acquedotto ma attraverso un pozzo ad hoc, con beneficio per i costi e contro lo spreco di acqua potabile. Per evitare pericoli, l’area è stata delimitata provvisoriamente con nastro di cantiere. Nel mezzo del laghetto c’è ancora una pianta precipitata qualche tempo fa e mai più rimossa, all’interno di un comparto – quello di tutte le aree verdi in fondo a via del Sale, che negli ultimi due anni ha fatto un vero e proprio salto di qualità, con la ristrutturazione del parco delle Colonie Padane, la pista ciclabile, il nuovo campeggio e l’utilizzo di quello vecchio da parte degli scout e  la sistemazione del Rossetti-Livrini come campo da frisbee. g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti