Commenta

'Cosa succede al
Boschetto?' Evento
sabato 28 settembre

‘Cosa succede al Boschetto? Scuola e territorio si raccontano’. Questo il titolo della festa che si terrà sabato 28 settembre, dalle 9 alle 13, i piazza Isidoro Bianchi e nel giardino della Scuola primaria al Boschetto (in caso di maltempo l’iniziativa si svolgerà all’oratorio). L’iniziativa, promossa dal Comitato di Quartiere 2 Boschetto–Migliaro e dalla Scuola primaria del Boschetto promuovono, è supportata dall’oratorio dell’Unità Pastorale Boschetto-Migliaro e dal Centro Anziani ‘Boschetto’ dell’A.U.P. (Associazione Unitaria Pensionati), costituisce un momento di animazione reso possibile grazie alla partecipazione attiva di realtà presenti nel quartiere o in maniera significativa nei contesti di vita dello stesso ma anche di altre realtà cittadine. Si tratta, tra l’altro, di un’occasione, per la comunità, di socializzare, di incontrare il mondo dell’associazionismo, di rappresentare la propria comunità in un racconto a più voci.

Nel corso della mattinata di sabato i più golosi potranno acquistare ‘Le delizie del Boschetto’, i prodotti freschi o trasformati di due aziende agricole locali, Pedroni e Maghenzani. I più creativi potranno imparare giocando con i laboratori artistici proposti dalle insegnanti della Scuola primaria del Boschetto strettamente connessi al progetto di orto didattico realizzato in collaborazione con la Cooperativa Nazareth e con quelli didattici proposti da Nonsolonoi Onlus.

Per gli sportivi ci sono le attività proposte da Tanta Robba Accademy mentre i più giocherelloni avranno modo di divertirsi con il Gruppo Scout Cremona 2. Infine, i più curiosi potranno scoprire alcuni interessanti e coinvolgenti progetti delle associazioni Banca del Tempo La danza delle ore e No Spreco.

Alle 10 è in programma un momento speciale, ‘Diamo un nome alla scuola’, inserito nel progetto Cittadinanza e Costituzione al quale la scuola primaria del Boschetto aderisce, dedicato ad illustrare l’iter in atto per intitolare la scuola a Maria Teresa Zaniboni, conosciuta come la maestra della scuola elementare del quartiere. “Questo – fanno sapere dal Comune – per sottolineare che una comunità si struttura e si consolida proprio nella condivisione di valori comuni e nell’individuazione di significative figure di riferimento raccontando tali percorsi”.

Tutti quantip otranno infine approfittare del Bistrottino Social Street Food della Cooperativa Varietà per concedersi un panino da assaporare in piazza, magari chiacchierando con il vicino di casa o con l’amico di scuola incontrati in quartiere, in una speciale mattina di settembre.

© Riproduzione riservata
Commenti