Commenta

Riunita la Consulta dello Sport:
più sinergia tra enti e nuovi
progetti educativi per i giovani

Il nuovo assessore allo sport del Comune di  Cremona Luca Zanacchi,  da poco subentrato a Mauro Platè,  ha illustrato ai componenti della Consulta dello Sport  (Coni, Enti Promozione Sportiva, Panathlon C.I.P, Ats Valpadana, Asst) il Piano di Lavoro del 2020, un piano stimolante, concreto ed ambizioso. Si articola in quattro obiettivi: potenziare e sostenere le progettualità sportive in ambito scolastico; coinvolgere il mondo sportivo in progettualità, attività e manifestazioni; sviluppare nuove strategie comunicative; studio di percorsi di formazione  trasversali capaci di coinvolgere le federazioni, gli Enti Promozione Sportiva, il mondo della scuola, la sanità pubblica.

Ci sarà una particolare attenzione ai progetti “giocare gli sport per apprendere” e “A scuola di sport-Lombardia in gioco” rivolti agli alunni delle scuole primarie. Sperimentare e realizzare progetti di attività motoria nella scuola per l’infanzia, educativi e culturali in ambito della solidarietà, alimentazione, doping,  il rispetto fair play. Dovranno essere meglio distribuite nel corso dell’anno le iniziative e le manifestazioni a vario livello, proposte dalle società nei diversi sport, in maniera tale da non esserci delle sovrapposizioni.

Tutto ciò con frequenti confronti con le nostre realtà sportive. Si punta ad una maggiore apparizione sui media locali e nazionali utilizzando le attuali tecnologie. Si pensa di creare un sito web della Consulta dello Sport Cremonese contenente tutte le società, la loro attività e le loro proposte sportive ed educative e di sport-salute coinvolgendo tutte le istituzioni preposte. Verranno attivati percorsi di formazione in modo da poter andare incontro ad esigenze legate al mondo dei bambini, ragazzi ed adulti che praticano sport e nello stesso tempo per chi affronta situazioni di particolare fragilità con determinate patologie o disabilità. Il tutto in modo condiviso da enti di promozione sportiva e Coni con la supervisione dell’Assessorato  comunale allo sport.

L’assessore ha sottolineato che sarà da tenere sotto controllo l’analisi dei modelli gestionali da applicare agli impianti sportivi. Di tutto questo e del lavoro in sintonia che ne scaturirà si parlerà nella prossima riunione dei componenti della Consulta dello sport Cremonese in programma il 17 ottobre presso il settore delle Politiche Educative del Comune  di Cremona.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti