Commenta

Finarvedi Spa, nel Cda entrano
tre consiglieri indipendenti
oltre a due manager interni

Da sinistra: Claudio Costamagna, Marco Mangiagalli, Carlo Mapelli

Nuovo Consiglio di Amministrazione per Finarvedi Spa, che è composto da sette membri: oltre ai 4 componenti interni al gruppo, il Presidente Giovanni Arvedi, il CEO Mario Caldonazzo, il Chief Financial Officer Massimo Polli e il Responsabile commerciale Fabio Baldrighi, entrano in Consiglio tre figure professionali esterne: Claudio Costamagna, ex Presidente di Cassa Depositi e Prestiti chiamato a seguire in particolare le operazioni di M&A e di finanza straordinaria; Marco Mangiagalli, ex top manager dell’Eni e consigliere di sorveglianza di Intesa Sanpaolo, che fornirà il suo apporto in tema di finanza strutturata e Carlo Mapelli, professore di siderurgia al Politecnico di Milano che garantirà know how e supporto in materie tecniche e tecnologiche.

“Metterò a servizio del consiglio di amministrazione la mia esperienza per stimolare il continuo dialogo tra famiglia, manager e consiglieri indipendenti che ritengo possa essere di grande valore per il posizionamento distintivo del gruppo Arvedi”, ha dichiarato Claudio Costamagna.

Marco Mangiagalli: “Ho accettato con piacere la proposta che mi è giunta dal cav. Arvedi – imprenditore lungimirante e carismatico, di cui ho grande stima – in un momento delicato della vita aziendale, quale il passaggio generazionale.  Condivido altresì la scelta di operare con forza e convinzione in direzione della economia circolare e della green economy. Metterò a disposizione la mia esperienza maturata nella finanza d’azienda e più recentemente nella corporate governance in grandi gruppi industriali e bancari, auspicando che possa essere utile per raggiungere insieme gli obiettivi  futuri”.

“Svolgerò un ruolo di indirizzo per quanto concerne l’innovazione siderurgica – ha spiegato Carlo Mapelli – in risposta a mercati in rapida evoluzione. Cercherò altresì di fornire un contributo allo sviluppo di pratiche siderurgiche improntate all’abbattimento delle emissioni, bassa produzione di scarti ed elevato riciclo. Sono onorato di trovarmi al fianco di Giovanni Arvedi, che ha da sempre avuto estrema sensibilità per queste tematiche, dimostrandolo nei fatti con introduzione di una tecnologia unica al mondo”.

Il nuovo Cda di Finarvedi è pertanto così composto:

• Giovanni Arvedi, Presidente

• Mario Caldonazzo, CEO
• Massimo Polli, Chief Financial Officer
• Fabio Baldrighi, Responsabile commerciale
• Claudio Costamagna, nuovo consigliere indipendente
• Marco Mangiagalli, nuovo consigliere indipendente
• Carlo Mapelli, nuovo consigliere indipendente

Massimo Polli

Fabio Baldrighi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti