Commenta

Arrestata dai
Carabinieri la pusher
di Borgo Loreto

I Carabinieri della Compagnia di Cremona hanno arrestato nella flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini spaccio e per la spendita di una banconota falsa una ventitreenne cremonese M.M., operaia. La giovane, nota ai militari in quanto coinvolta in una vicenda di droga nel 2017 (in quel caso i Carabinieri la sorpresero a detenere eroina e ne conseguì una condanna a 6 mesi di reclusione) e più volte vista insieme ad assuntori di sostanze stupefacenti della città, è stata controllata e perquisita nel pomeriggio di ieri, lunedì 14 ottobre, in Piazza Patrioti.

La ragazza veniva trovata in possesso busta in plastica termosaldata contenente dei residui di sostanza stupefacente, nonché di un’altra busta con numerosi ritagli di forma circolare. Al momento del fermo si è giustificata dicendo che i ritagli le servivano per raccogliere le deiezioni del cane. L’esperienza dei Carabinieri ha permesso di riconoscere immediatamente i ritagli del cellophane come quelli utilizzati per il confezionamento di sostanza stupefacente in dosi e pertanto decidevano di procedere alla perquisizione dell’abitazione della giovane.

L’iniziativa degli uomini dell’Arma ha quindi permesso di rinvenire, all’interno della casa, tre involucri in cellophane contenenti 150 grammi di marijuana, un involucro contenente 10 grammi di hashish, materiale atto al taglio ed al confezionamento delle sostanze unitamente alla somma in denaro contante di 685 €, ritenuta provento di spaccio. Nel corso della stessa perquisizione gli operanti hanno anche trovato una banconota da 50 euro contraffatta, nonché un bilancino elettronico di precisione. La ragazza pertanto è stata tratta in arresto e sottoposta al regime degli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo previsto per la giornata odierna.

© Riproduzione riservata
Commenti