Commenta

Francesco Renga
accende il pubblico
del Ponchielli

Foto Sessa

Un sipario che si apre lentamente tra le urla entusiaste del pubblico, luci soffuse e la musica che un po’ alla volta riempie ogni cosa: è iniziato così il concerto di Francesco Renga, che si è esibito lunedì sera in un teatro Ponchielli sold out. La voce del cantautore italiano ha acceso la platea, riportando tutti in un viaggio nel tempo, partendo da successi recenti come ‘Nuova luce’ e ‘Vivendo adesso’, per poi tuffarsi nei ricordi con brani come ‘Ancora di lei’, ‘Angelo’ e ‘Meravigliosa’.
“L’Amore è tutto”, ha detto il cantautore durante uno dei suoi intermezzi. “È la nostra benzina. È quello che ci fa andare avanti. Anche quando ci uccide”.
Ed è proprio l’amore il protagonista principale delle canzoni di Renga, come “A un passo da te” durante la quale è sceso a cantare tra il pubblico, o come “Ci sarai”. Il concerto è proseguito con una serie di pezzi che raccontano la storia della musica di Renga, tra cui un medley di alcuni dei suoi brani più famosi.
Nel finale ha chiamato il pubblico, che si è riversato sotto il palco, per ascoltare gli ultimi pezzi, come ‘Il mio giorno più bello del mondo’ e ‘Guardami amore’.
Acclamato dal pubblico è uscito per regalare due bis: ‘Aspetto che torni’ e ‘Raccontami’, nello scrosciare degli applausi di un pubblico che, senza dubbio, ‘aspetta che torni’.

lb

Fotografie di Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti