Commenta

E' morta Carla Bonazzoli,
la storica custode
dello stadio Zini

Si è spenta nelle prime ore della mattina di lunedì 11 novembre la signora Carla, storica custode dello stadio Zini, a cui ha dedicato tutta la sua vita. L’anziana donna, che avrebbe compiuto i 96 anni tra pochi giorni, era ricoverata alla casa di riposo La Pace. Carla Bonazzoli era nata il 23 novembre del 1923 proprio all’interno della stadio, dove ha trascorso poi tutti i suoi anni e dove è rimasta fino a pochi mesi fa, in un piccolo appartamento ricavato sotto la tribuna centrale, accanto agli spogliatoi della squadra grigiorossa.

Da qualche mese era dovuta andare in casa di riposo: prima a Cremona Solidale, quindi alla clinica La Pace, dove si è spenta. In un’intervista aveva affermato che avrebbe voluto morire di lunedì, quando il calcio è fermo, per non disturbare la squadra. Ed è stata fedele ai suoi propositi. Una figura storica per la città ma soprattutto per la sua squadra, di cui ha vissuto anni d’oro e momenti difficili. Fin da bambina si è occupata della squadra, insieme alla sua famiglia: lavava e rammendava le maglie, mentre la madre cuciva i pantaloncini ai giocatori. Il padre era invece il magazziniere.

© Riproduzione riservata
Commenti