25 Commenti

Via Sesto, 'Shopping Village'
prende forma: accanto a
Decathlon Conbipel e Sushiko

Tra una settimana sarà inaugurato il nuovo ‘Cremona Shopping Village’ in via Sesto, al fianco del centro commerciale Cremona Po. Su una superficie di 11mila metri quadrati, i tre edifici commerciali in classe energetica A, realizzati secondo le più attuali tendenze ecosostenibili, saranno collegati tra loro da altri spazi comuni, camminamenti pedonali, aree verdi, aree di servizio e ospiteranno diversi marchi, a partire dal più volte annunciato Decathlon. L’insegna sportiva francese aprirà per la prima volta a Cremona con un negozio da oltre 3mila metri quadrati, passando per lo spostamento all’interno dell’area di Brico Io, che amplia così la sua offerta con un punto vendita da oltre 2mila metri quadrati. Sbarca sul territorio l’insegna d’abbigliamento Conbipel con uno spazio di circa mille metri quadrati: l’attenzione alla cura della persona e l’igiene degli ambienti sarà sotto il marchio Caddy’s, già presente a Cremona con diversi punti vendita.

Ci sarà anche una zona food: la catena di fastfood Burger King inaugurerà il suo secondo Punto Vendita cittadino, 480GRADI insegna che nasce a Bra, nel cuneese, e porta la pizza napoletana fuori dalla sua patria. E ancora Sushiko, la prima catena a portare il sushi all you can eat di qualità in Italia con oltre 45 ristoranti nelle principali città del nord e del centro, e VeroCaffè una realtà commerciale italiana leader nel settore di capsule e cialde caffè che conta più di 70 negozi in Italia.

Per un investimento complessivo pari a 20 milioni di euro, il progetto ha visto anche una riqualificazione di 12mila metri quadrati di aree verdi destinate ad uso pubblico che saranno inaugurate insieme allo shopping village sarà inaugurato giovedì 28 novembre alle 10.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Romolo

    Fare vuota la città e cementare la periferia

    • Mirko

      Concordo

  • Sbirulino19

    Non è che si prende la scusa degli edifici in classe A, per svuotare il centro e continuare a costruire?

    • Abiff

      Tutte le scuse per far morire i negozi del centro. E poi non ci si viene a dire che la loro moria è per colpa dei negozianti. Questo è un genocidio!

      • Chicca

        Concordo

  • Ronni

    Se anche le 2/3 famiglie che in questo momento stanno da sole reggendo il commercio (cioè la vita) cremonese dovessero trasferirsi al CremonaPo, i cremonesi resterebbero senza città …!! Cremona sarebbe interamente abbandonata come le sue gallerie e onestamente lo meriterebbero !!

  • Olindo

    Caro parcheggi ,zona ztl,divieti di sosta,prezzi alti ….volete che continui ?ma come mai ?la città aveva bisogno di crescere e sicuramente non in centro.

  • Massimo Marzani

    … benvenuti nel libero mercato!

    • Abiff

      Anche il libero mercato ha bisogno di regole. Come una Ferrari ha bisogno di freni.

      • marcus

        i freni li porta la concorrenza, se aprono significa che c’è margine per poter guadagnare

        • Abiff

          La mia Ferrari ha l’ABS, i freni servono eccome.

          • Gianni Bassini

            Mi permetto da cliente del Decathlon di Fidenza, Piacenza, Milano, Brescia e Bolzano che Decathlon ha prezzi economici sui propri prodotti, e ha la vendita online. Non sempre è fornito di grandi marchi dello sport e non sempre è competitivo su quelle; ha un target diverso che a Cremona non c’è.
            Ah, a Milano decathlon è in Piazza CASTELLO.

    • Romolo

      Ma lei è un professorone come il nostro primo cittadino!
      Il Centro Storico è cultura, bellezza, arte, narrazione. La vitalità, la rinascita e la vivibilità di una città passa dal suo decoro.
      Sul medio-lungo orizzonte temporale la concorrenza (sleale) con i centri commerciali causerebbe lo svuotamento e il degrado del Centro Storico e porterebbe a un conseguente spopolamento e impoverimento di tutta la città, con spirali negative e ricadute anche sui centri commerciali periferici.
      Il Centro Storico andrebbe invece rivalutato come punto di riferimento vitale e fulcro della città con la funzione di traino per le periferie. Il viceversa è un modello fallimentare per l’uno e per l’altro.

      • Abiff

        Bellissimo Romolo, bravo. Come un altro solone oggi ha definito il fast-food come la prova della decadenza del capitalismo, lo stesso si può ben dire dei centri commerciali periferici, prefabbricati senz’anima che succhiano linfa vitale dai nostri centri storici. Ancora, bravo.

  • marcus

    Non continuare a criticare le attività , portano un po di movimento e lavoro.Quindi ben vengano, il mondo cambia nulla è per sempre.Questa è la legge del libero mercato ed è giusto che sia cosi.

    • Abiff

      Quindi se il centro diventa un guscio vuoto, spento, buio, senza manutenzione e con le scritte sui muri, “è giusto che sia così.” Il mondo cambia…. quasi quasi mi faccio un attico sopra Maisons du Monde…

    • Mirko

      Sei fuori, ma completamente

  • Gianluca

    Quanti sono i nuovi punti vendita? 5? Bene 5 motivi in più per non andarci.

  • Nicola Centofanti

    Servirà a rivitalizzare il centro storico.

  • Gemelli

    Il margine di guadagno sicuramente ci sarà, penso hai contratti che faranno i dipendenti ,su di loro ci sarà sicuramente.

  • YX

    Diciamo che se tutte le volte che arriva una nuova attività, che porta prezzi convenienti per tutta la comunità, dobbiamo sempre metterci a cuore il problema del centro, non si farà più nulla per 4 botteghe che sono sempre care arrabbiate!!
    la formula migliore invece è botteghe + centro commerciale perchè entrambi usufruiscono dei vantaggi dell’uno e dell’altro…
    Forse non si è capito che sono questi i centri commerciali che portano gente e movimento e quando, anni fa, si voleva portare qualcosa del genere in centro, mi ricordo benissimo che ancora le botteghe del centro, anche in quel momento, erano contro.. anche se avrebbero usufruito di questo movimento anche loro stesse…
    quindi ben venga la posizione in periferia, così almeno parcheggiamo facile oppure ci andiamo con la bici!!!

    • Gianluca

      Sicuramente comodo andare in bici al centro commerciale (salvo andare solo per fare un giro e non comprare nulla). Altrimenti con 3 o 4 borse vi voglio proprio vedere a pedalare in sicurezza in mezzo al traffico.

    • Abiff

      Fammi capire… qualcuno voleva portare l’Ipercoop in Corso Campi?

      • YX

        no, ma tu continua pure a rosikare….

  • Abiff

    A leggere i commenti qui sotto, di cremonesi contenti che chiudano le attività in centro, mi viene da dire che vi meritate la vostra fine miserabile.