Commenta

Declassamento TIN, anche
Fratelli d'Italia si sfila
dalla scelta regionale

Dopo le forze politiche del centrosinistra, che si sono già espresse criticamente in merito all’annunciato declassamento dell’Unità di Terapia intensiva neonatale, anche un partito di destra, al governo in Regione,  prende posizione per sollecitare un dietro front in merito al reparto cremonese.  “Il ridimensionamento del reparto di Terapia Intensiva Neonatale di Cremona, annunciato con una delibera regionale dell’11 novembre, è un fatto grave per la realtà cremonese”, afferma Luca Grignani, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia.
“Noi di Fratelli d’Italia abbiamo apprezzato l’intervento del Sindaco che ha già convocato il Direttore Generale ed i sindacati dell’Ospedale per un confronto.
All’esito della presa di posizione dell’ex Direttore dell’Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale Dr. Carlo Poggiani – che fino all’anno scorso ha diretto la pediatria dell’ASST di Cremona, prima, e la TIN, poi, facendolo diventare un punto d’eccellenza a livello regionale e non solo -, il partito cittadino di FDI interverrà presso il gruppo consiliare regionale di FDI per verificare se si possa rivedere e/o revocare la grave decisione.
Il nostro Ospedale parebbe attraversare un momento di difficoltà, anche a causa delle recenti defezioni di taluni medici di grande professionalità.
Ci pare necessario che le forze politiche cremonesi agiscano e collaborino unitamente per assicurare una pronta ripresa dell’importante struttura ospedaliera pubblica, adoperandosi in primis perchè il reparto di Terapia Intensiva Neonatale non venga ridimensionato”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti