Ultim'ora
Commenta

Torna a Paderno Ponchielli
la tradizionale Festa Patronale
di San Dalmazio

Sarà celebrata come da tradizione e anzi quest’anno si tingerà di ulteriori sfumature: è tutto pronto per la festa patronale di San Dalmazio in programma domenica primo dicembre a Paderno Ponchielli e l’arciprete, don Claudio Rasoli, invita già i cittadini ad addobbare il paese con i consueti nastri gialli e rossi. L’edizione 2019 sarà dedicata a don Angelo Scaglioni, sacerdote deceduto il 5 novembre, che guidò con grinta e dedizione la comunità nella campagna cremonese dal 1981 al 1989. La ricorrenza patronale sarà inoltre l’occasione per ascoltare il maestoso suono dell’organo ‘Pacifico Inzoli 1873’, tornato operativo la scorsa primavera dopo un completo restauro.

La giornata prenderà il via alle 11 con il solenne pontificale presieduto da monsignor Giuliodori, poi alle 17 la chiesa ospiterà il concerto del coro Polifonico Cremonese diretto dal maestro Mantovani che proporrà la “Messa Solenne” di Ponchielli, composta dall’autore della “Gioconda” all’apice della carriera di operista ed eseguita per la prima volta a Bergamo la notte di Natale del 1882. La compagine sarà accompagnata da Marco Ruggeri all’organo, strumento che al tempo fu inaugurato proprio da Amilcare Ponchielli insieme a Vincenzo Petrali.
Al termine dell’esibizione, verrà assegnato il ‘Dalmazio d’oro’, riconoscimento istituito quattro anni fa dalla Parrocchia con il patrocinio del Comune di Paderno, che premia chi si impegna per il bene comune; quest’anno sarà conferito ad Adriano Violanti.

fp

© Riproduzione riservata
Commenti