Ambiente
Commenta1

Piccioni, 20mila euro dal Comune per arginare l'invasione

Lo stemma di Cremona sotto la Loggia dei Militi sporco di guano in una foto d'archivio

Ammontano a circa 20mila euro gli interventi messi in atto dal Comune per fronteggiare l’invasione di piccioni che, soprattutto la scorsa estate, aveva fatto alzare le proteste di tanti cittadini e indotto il consigliere della Lega Alessandro Zagni a stendere un’interrogazione all’assessore all’Ambiente Simona Pasquali. La risposta è arrivata in questi giorni: gli interventi eseguiti ultimamente per contenere la quantità di volatili sono stati realizzati  a palazzo Raimondi (7.198 euro); presso gli alloggi Erp di via Riposo 5 e 7 (predisposizione punte su gronde e tetti, 4.148 euro, in corso di esecuzione), al palazzo Due Miglia (6.053, intervento in corso), a Casa Elisa Maria di via Aselli (posa di punte per 2.805 euro). Di recente inoltre al cimitero, il Comune è intervenuti alla cappella Robolotti con pulizia e posa di reti.

“Questa amministrazione – precisa l’assessore Pasquali nella risposta a Zagni – è a conoscenza delle numerose problematiche che può causare una massiccia presenza di piccioni in ambito urbano (…)” e tra le iniziative messe in atto per contenere la popolazione cita  mangime sterilizzante e dissuasori elettrostatici. L’intenzione è di continuare su questa strada anche nel prossimo anno.

Su numerosi edifici comunali è stato predisposto il sistema elettronico di allontanamento, ad esempio in quasi tutte le scuole materne.

© Riproduzione riservata
Commenti