6 Commenti

Risiedevano in città i due
amici travolti. Erano Francesco
Bianchi e Gianfranco Vicardi

Foto da 'Il Giornale di Brescia'

AGGIORNAMENTO – Sono Francesco Bianchi, 70 anni, e Gianfranco Vicardi, 67 anni, entrambi nati e residenti a Cremona, i due ciclisti che hanno perso la vita oggi pomeriggio poco dopo le 15 in un tragico incidente verificatosi su una strada di campagna nella bassa bresciana, a Verolanuova. I due, entrambi pensionati, sono stati investiti da un automobilista a bordo di una Volvo V50 che stava percorrendo via San Rocco a velocità sostenuta. Nella direzione opposta procedevano le due vittime, che con sè non avevano documenti. L’identificazione, infatti, è avvenuta solo in seguito grazie ad alcuni contatti trovati nel telefono di uno dei pensionati. Sembra che l’autista sia stato abbagliato dal sole, non accorgendosi della presenza dei ciclisti, travolti in pieno. Uno dei due è stato sbalzato in un campo, a diversi metri di distanza, mentre l’altro, dopo aver impattato contro il cofano, è caduto a terra sulla strada. Una delle due biciclette è stata recuperata dal canale che corre fra la strada e la campagna. È stato lo stesso automobilista a chiamare i soccorsi. Sul posto sono accorsi i medici del 118, che hanno allertato anche l’elisoccorso, ma per i due non c’è stato più nulla da fare. Sono morti sul colpo. Per chiarire la dinamica dei fatti sono intervenuti anche i carabinieri di Verolanuova guidati dal comandante Tedros Christian Comitti che hanno accompagnato in ospedale il conducente dell’auto, un 35enne residente a Verolanuova, per effettuare alcol test e altri controlli. L’uomo, di professione saldatore, incensurato, è risultato essere in stato di ebbrezza (aveva un tasso alcolemico in corpo pari a 1,84 g/l) ed è stato arrestato. L’accusa per lui è quella di duplice omicidio stradale. L’autovettura, inoltre, era priva di assicurazione e senza revisione. Il mezzo è stato sequestrato.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Chicca

    Pazzesco morire per colpa di un ubriaco ! Poi macchina senza assicurazione !? Deve rimanere in galera !!!!!!

    • Luca Ronca

      Mi sono guardato le pene sulla legge dell’omicidio stradale. Causando la morte di più di una persona, tasso alcolico superiore a 1,5, senza assicurazione né patente, rischia fino a 18 anni di carcere.

      • Chicca

        Troppo pochi !!!!!

  • un cremonese

    In galera e buttare l chiave

  • Agostino Miglio

    Sono convinto che quando viene trovato un automobilista alla quida ubriaco o drogato,che ha causato incidenti gravi con morti e feriti,l’unico deterrente valido,oltre i procedimenti giudiziari penali e civili,sia il RITIRO DELLA PATENTE A VITA .Non e’ piu’ tollerabile che un automobilista si metta alla guida, come se nulla fosse,dopo tragedie cosi’ grandi.SIAMO O NON SIAMO UN PAESE CIVILE?

  • franz kapp

    … che diventeranno un anno e otto mesi con la condizionale e scarcerazione immediata.