Cronaca
Commenta6

Dall'autostrada ai centri commerciali: Rifondazione e ambientalisti contro il sindaco

Francesca Berardi

Cala l’approvazione delle compagini più ambientaliste nei confronti dell’amministrazione comunale. Se nei giorni scorsi non sono mancati gli attacchi di Legambiente e del Circolo Ambientescienze, oltre che di Cittadini per Passione, ora anche Francesca Berardi, di Rifondazione Comunista e del Comitato Acqua Pubblica, in un post su Facebook critica la giunta e il sindaco Galimberti, che nell’ultimo consiglio comunale “ha sostenuto che non ci sono alternative alla costruzione dell’autostrada Cremona-Mantova”.

Non solo: “Due giorni fa quest’amministrazione ha dato un primo ok alla ‘coltivazione’ di pannelli solari sui terreni di Cremona Solidale” continua. Come se non bastasse, “le ruspe hanno iniziato i lavori in zona Cascinetto per il nuovo supermercato, un’altra zona commerciale sorgerà lungo la tangenziale, si continuano a tagliare alberi, si accusano di integralismo le associazioni ambientaliste che protestano, per la qualità dell’aria che respiriamo non si fa nulla di concreto, la condizione del servizio ferroviario è sempre più disastrosa: e ci chiediamo perché il consiglio comunale di Cremona non approvi la Dichiarazione di emergenza climatica?”.

Sul tema della dichiarazione di emergenza climatica, anche i ragazzi di Friday For Future Cremona chiedono a gran voce che il consiglio comunale discuta e approvi la Dichiarazione. Tanto che si sarebbero aspettati di sentirne parlare nel corso dell’ultimo consiglio 2019. Ma il tempo non c’è stato. “Chiediamo, dopo tanti mesi di attesa e vane sollecitazioni, che il sindaco Galimberti approvi finalmente la Dec” avevano dichiarato nel corso dell’ultima manifestazione, il 29 novembre. Il gruppo aveva anche espresso la propria contrarietà “all’autostrada Cremona- Mantova”.

© Riproduzione riservata
Commenti