Ultim'ora
2 Commenti

Vendeva fuochi d'artificio
senza avere licenza: denunciato
il titolare di una profumeria

Oltre 1000 fuochi d’artificio commerciati da una profumeria di Cremona senza averne licenza, per un peso complessivo di 10 chili di polvere pirica, sono stati sequestrati nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Cremona, che ha denunciato una persona per illecita detenzione e commercio di materie esplodenti. Il blitz è scattato nei giorni scorsi, nell’ambiro di un’attività capillare di controllo su tutto il territorio provinciale, messa in campo dalle Fiamme Gialle con l’avvicinarsi delle prossime festività.

L’esercizio commerciale, senza alcuna autorizzazione, commercializzava i fuochi d’artificio con una alquanto variegata offerta di prodotti, come petardi, candele, fontane, razzi e batterie tutti immagazzinati e detenuti senza l’adozione di alcuna misura di tutela e sicurezza. Le attività di monitoraggio e controllo saranno intensificate nei prossimi giorni anche per verificare la corrispondenza dei materiali posti in vendita ai requisiti di sicurezza previsti dalle vigenti normative così da evitare che giochi pirotecnici di provenienza illecita, spesso a basso costo, possano essere causa di incidenti.

© Riproduzione riservata
Commenti