2 Commenti

Tin, le mamme scrivono
a Signoroni: avviare presto
il tavolo tra istituzioni

Dopo l’incontro del 12 dicembre con l’assessore regionale Giulio Gallera, l’attenzione resta alta sulla terapia intensiva neonatale di Cremona. Elena Albera e Chiara Barchiesi, due delle mamme che stanno portando avanti la battaglia contro il declassamento della Tin, non si arrendono e, in una lettera al presidente della provincia Signoroni, chiedono che si faccia promotore della costituzione di un comitato che unisca rappresentanti delle istituzioni, associazioni e cittadini. Questo non solo per formalizzare al meglio alla Regione e a Gallera le richieste e le proposte emerse proprio dell’incontro del 12 dicembre, ma anche in vista di un secondo incontro.

La stessa lettera è stata mandata al sindaco Galimberti, a quello di Casalmaggiore Bongiovanni e a quello di Crema Bonaldi, alla consigliera Fazzi, al presidente assemblea dei soci dell’azienda sociale cremonese Mariani e al dottor Carlo Poggiani, ex primario della Tin dell’Asst di Cremona. E ieri sera durante la partita della Vanoli sono stati distribuiti anche al pubblico i fiocchi gialli per salvare la Utin.
fban

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Marengon

    L’impegno delle mamme è ammirevole anche se credo che la politica locale e regionale abbiano già deciso… nonostante le frasi di circostanza pronunciate.

  • Ben

    La provincia è l’istituzione forse meno adatta a trattare tematiche di livello sanitario, fossi stato nelle promotrici avrei interessato in prima persona il Sindaco di Cremona (che ha già preso l’impegno nello scorso consiglio comunale durante il quale la mozione del PD è stata votata anche dall’opposizione)