2 Commenti

Aprono la portiera e rubano
la borsa di una donna davanti
al cimitero: arrestati IL VIDEO

Hanno rubato una borsetta dal sedile del passeggero, davanti al cimitero di Cremona: sono così finiti nei guai due nomadi italiani residenti a Modena, entrambi con precedenti penali e di Polizia per reati contro il patrimonio. Il colpo risale al 23 dicembre, quando l’uomo, il 39enne E.I. ha rubato la borsetta di una donna che era appena salita in auto dopo una visita al cimitero, aprendo la portiera dal lato passeggero, per poi darsi alla fuga su un’auto che era condotta dall’altra arrestata, D.D. 47 anni.

La derubata ha immediatamente allertato le forze dell’ordine. Gli agenti della squadra mobile intervenuti sul posto hanno visionato le telecamere del circuito di sorveglianza, accertando che la complice, per non rendere leggibile la targa, aveva abbassato la parte posteriore del bagagliaio sdoppiabile dell’auto, una Citroen C2.

Grazie alle indicazioni ricevute dalla vittima, gli equipaggi della Mobile sono però riusciti a intercettare il veicolo segnalato che, a velocità sostenuta, cercava di allontanardi dal centro abitato. E’ quindi scattato un inseguimento, terminato alcuni chilometri dopo, quando gli inseguiti si sono arresi. E’ seguita una perquisizione, durante la quale gli agnti hanno rinvenuto il telefono cellulare della donna derubata, oltre alle sue carte di credito e a una somma di denaro. La mattina del 24 dicembre, come disposto dal pubblico ministero di turno, Davide Rocco, i due sono stati sottoposti a convalida dell’arresto e, chiesti i termini della difesa, il processo è stato rimandato al prossimo 27 gennaio. In sede di convalida, la coppia è stata sottoposta alla misura degli arresti domiciliari in Provincia di Brescia.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Chicca

    I domiciliari ? Così sono liberi di fare ancora quello che vogliono !!!! Robe de matt…….

    • Jeppetto

      Ormai sanno che non rischiano più niente: via libera!… Avanti così che va bene!