Commenta

Dalla vertenza Saba, al canile
e a nuove elezioni in Provincia:
un 2020 denso di incognite

Il 2020 dovrebbe finalmente essere l’anno risolutivo per la vertenza Comune – Saba Italia. La scelta di rescindere il contratto, comunicata dal Comune l’anno scorso, ha prodotto una trattativa tra legali su cui vige il massimo riserbo e che potrebbe dirimersi con l’accordo economico sulla ‘buonuscita’ di Saba dalla gestione dei parcheggi cittadini. L”attuale contratto, rivisto più volte nell’ultimo decennio, scade nel 2047. Il prolungarsi della trattativa ingessa l’amministrazione Galimberti rispetto al suo piano annunciato più volte: affidare ad Aem la redditizia gestione dei parcheggi cittadini, acquisendo i 542 stalli della società (164 nel parcheggio interrato di piazza Marconi e 378 a raso nel centro storico. In caso di mancato accordo economico, si andrebbe allo scontro in Tribunale.

Un altro fronte aperto nel nuovo anno, e già arrivato nelle aule giudiziarie, è quello relativo a un’altra revoca di contratto con una società esterna, la Sport Management per la gestione dell’impianto natatorio. Il Comune non può indire una nuova gara per l’affidamento finché non sarà arrivata la sentenza definitiva dal Tar e dal Consiglio di Stato sulla fondatezza delle ragioni dell’ente locale, contestate dal privato. Alla base della scelta del Comune, le denunce di diversi frequentatori circa la cattiva gestione dell’olimpionica e  il mancato avvio dei lavori di ristrutturazione della vasca convertibile e della parte più vecchia dell’impianto. La sentenza è prevista ad aprile.

Passando dalle vertenze legali alla normale vita amministrativa, il 2020 vedrà il rinnovo di almeno uno dei Comitati di Quartiere, quello del Centro, dove il presidente Paolo Marcenaro ha già annunciato di non volersi ricandidare.

Tra le novità urbanistiche, la più impellente al momento è quella che riguarda il comparto di via Castelleone sulla trasformazione dell’ex Armaguerra: oggi, 2 gennaio è l’ultimo giorno di pubblicazione degli atti riguardanti l’Adozione del Piano attuativo per l’Ambito di trasformazione CR.7; dopodichè c’è tempo fino al 17 gennaio per gli interessati, per presentare le osservazioni.

Altre scadenze sono ormai imminenti: il 7 gennaio scadono i termini per la presentazione di offerte per la gestione del canile – rifugio: dopo la bufera di alcuni anni fa, con l’affidamento del servizio all’Anpana di Calvatone, molte cose sono cambiate e il nuovo appalto, di durata triennale a partire dal 1 gennaio 2020 e per un compenso di 230mila euro, potrebbe tornare all’associazione Zoofili Cremonesi, che nel frattempo ha acquistato proprio dall’ente locale, la proprietà di una parte del vecchio canile e realizzato un nuovo rifugio.

Sarà infine un anno di cambiamenti nella macchina burocratica del Comune: molti i pensionamenti attesi, un centinaio nei quattro anni che mancano alla fine del mandato Galimberti, tra cui alcuni dirigenti: è nell’aria da tempo il pensionamento dell’ingegnere Marco Pagliarini (che potrebbe assumere nuovo incarico ad Aem) mentre stanno per chiudersi i termini di presentazione delle candidature per sostituire l’ex dirigente del settore Progettazione Ruggero Carletti, posto vacante ormai da oltre un anno. Le domande devono pervenire in comune entro il 9 gennaio e il nuovo dirigente assumerà su di sé le competenze sia dei Lavori Pubblici (attualmente in capo a Pagliarini) sia della progettazione e Qualità Urbana (che erano di Carletti).

Infine, il 2020 sarà ancora una volta un anno di elezioni per l’amministrazione provinciale: lo sfasamento tra elezione del Presidente (avvenuta da pochi mesi, con la complicata vicenda dell’elezione Mirko Signoroni, dichiarato però ineleggibile dal Tribunale) e del Consiglio, rende necessario il rinnovo di quest’ultimo, in carica da appena due anni. Lo scenario politico, con la predominanza della Lega in molti comuni della Provincia, potrebbe determinare un notevole cambiamento  tra i 12 membri del Consiglio, dove attualmente prevale, anche se di poco, il centrosinistra. g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti