3 Commenti

Prosegue l'impegno del
Comune ad incentivare
gli interventi sul costruito

La Regione Lombardia ha introdotto nella propria normativa maggiorazioni al contributo di costruzione ed al contributo relativo al costo di costruzione per interventi che consumano suolo agricolo nello stato di fatto. Due di tali fattispecie sono però determinate direttamente dalla norma regionale senza facoltà di intervento da parte dell’Amministrazione Comunale: l’una è pari al 20% per gli interventi che consumano suolo agricolo nello stato di fatto all’interno del tessuto urbano consolidato; l’altra è pari al 50% per gli interventi di logistica o autotrasporto che non incidono sulle aree di rigenerazione.
Per gli interventi che consumano suolo agricolo nello stato di fatto non ricompresi nel tessuto urbano consolidato, la norma regionale lascia un margine di discrezionalità ai Comuni che devono determinare una maggiorazione al costo di costruzione tra un minimo del 30% ed un massimo del 40%.
Le modifiche alla normativa vigente comportano la necessità di aggiornare le determinazioni comunali in termini di maggiorazioni percentuali da applicare agli interventi che consumano suolo agricolo nello stato di fatto. A tale proposito la Giunta comunale, su proposta del Vice Sindaco Andrea Virgilio, dovendo stabilire la percentuale di maggiorazione da determinare all’interno della flessibilità prevista da Regione Lombardia, ha deciso di applicare quella massima. Gli importi verranno destinati in via obbligatoria alla realizzazione di misure compensative di riqualificazione urbana e territoriale che possono essere realizzati anche in accordo con il Comune.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gemelli

    Fatemi capire ….più costruisci più vieni incentivato? E il recupero? La mia è una semplice domanda.

    • Zip

      non è un incentivo, è il contrario: se vuoi costruire su aree agricole costa di più. Questo dovrebbe rendere più conveniente intervenire sull’esistente, recuperando

      • Gemelli

        Grazie.