Cronaca
Commenta

50 militari del X Guastatori in Afghanistan: addestramento forze armate locali

Training e supporto alle forze militari afgane. E’ il compito che stanno svolgendo da dicembre, e che continuerà fino a giugno, una cinquantina di militari del Decimo Reggimento Genio Guastatori della caserma Col di Lana di Cremona che si trovano ad Herat, città dell’Afghanistan occidentale. Addestramento dunque alle forze armate locali. Inquadrati con la 132esima Brigata Corazzata Ariete, al comando del generale Enrico Barduani, i nostri militari operano nell’ambito della Resolute Support Mission, missione condotta dal 2015 e che si propone di aiutare il governo e le autorità afgane con assistenza logistica e strategica, al fine di tutelare la sicurezza del Paese e rafforzare le sue infrastrutture critiche.

A differenza della missione precedente, RSM non prevede combattimenti, come deciso al summit di Chicago del 2012, che sanciva il 2014 come anno del completamento della fase di transizione, e decretava il pieno passaggio della responsabilità della sicurezza prima in capo alla forze della missione Isaf. Compito dei militari di Cremona è quindi affinare le capacità delle forze locali al fine renderle autonome, in modo che possano essere in grado di garantire la sicurezza sul territorio. Non è la prima volta che il reggimento della Col di Lana opera nel paese asiatico. Sempre con gli stessi compiti la compagnia era presente anche nel 2011, anche se dieci anni fa, anno dell’inizio del disimpegno americano nell’area, come è facile intuire, l’ambiente delle operazione era decisamente più delicato e per certi versi più ostile rispetto ad oggi, dove i feedback delle autorità locali sono positivi. Attualmente il personale in servizio nell’operazione Rsm si attesta intorno alle 17.000 unità, compresi circa 900 italiani.

Simone Bacchetta

© Riproduzione riservata
Commenti