Commenta

'Ogni cosa è connessa',
il TEDx approda a
Cremona il 23 maggio

CAMBIO DI SEDE: Vista la grande affluenza, la presentazione ufficiale si terrà non presso il CRIT, ma nell'Aula Magna del Politecnico di Cremona, via Sesto, 39, sempre il 27 febbraio alle 18.30
Andrea Mattioli, Organizer TEDxCremona

Cremona è fra i primi 100 comuni d’Italia che hanno scelto e ottenuto la licenza per organizzare uno degli eventi più seguiti (dal vivo e in rete) a livello mondiale. Presentazione ufficiale il 27 febbraio alle ore 18.30 nell’Aula Magna del Politecnico di Cremona, via Sesto, 39,. L’obiettivo, sottolineano gli organizzatori è quello di “dare voce e corpo a idee capaci di far crescere la consapevolezza delle persone per costruire bellezza sociale”. L’evento vero e proprio si svolgerà invece il 23 maggio 2020 a Palazzo Pallavicino e avrà come titolo ‘Ogni cosa è connessa’.

TED sta per Technology, Entertainment, Design e la x rappresenta simbolicamente l’indipendenza degli eventi che si svolgono nelle diverse città del mondo secondo le linee guida della casa madre. TED, infatti, è una no profit internazionale che organizza eventi con l’obiettivo di far incontrare le menti e le idee più stupefacenti e innovative del pensiero locale e globale in un solo luogo. Il primo TED è stato organizzato nel 1984 nella Silicon Valley. Da evento singolo si è trasformato in un appuntamento annuale, inizialmente centrato sul binomio tecnologia e design e nel tempo allargato a un confronto più ampio, che coinvolge i settori più svariati in ambito scientifico, culturale, politico e accademico. TED ha ormai varcato i confini americani per arrivare fisicamente in Asia e in Europa, dalle capitali più importanti ai capoluoghi di provincia e virtualmente, grazie alla rete, in ogni parte del mondo. Tra gli speaker più celebri, TED ha ospitato l’ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton, il Premio Nobel James Dewey Watson, il produttore televisivo e attivista politico Norman Lear, il fisico Murray Gell-Mann, il cofondatore di Wikipedia Jimmy Wales e il fondatore di Microsoft Bill Gates.

“E’ un evento ispirazionale – spiega Andrea Mattioli, Organizer TEDxCremona – che nasce dal presupposto democratico di dare voce e corpo alle idee, soprattutto a quelle idee che hanno il potere di cambiare (in meglio) il comportamento e la vita delle persone, il modo in cui si relazionano l’una con l’altra. Ciò avviene attraverso la presenza di relatori (speaker) che in pochi minuti, in media quindici, possono raccontare storie capaci di arrivare al pubblico e di suscitare curiosità, sorpresa, emozione, animando pensieri e riflessioni”. Sempre Mattioli aggiunge: “Oggi TED è riconosciuto a livello globale come un vero e proprio brand fondato sulla diffusione della conoscenza; è un luogo, reale e virtuale al contempo, di relazione e scambio esperienziale con una forte valenza sociale e culturale. Per questo – continua Mattioli – TEDx rappresenta un’occasione per inserire la nostra città in un contesto globale. L’intenzione è quella di inaugurare una nuova strada che porta a rafforzare l’identità di Cremona, facendo leva su una maggior consapevolezza del suo potenziale contemporaneo, sia sotto il profilo della cultura sia per quanto riguarda l’innovazione”. “TEDx è un’opportunità per affrontare argomenti attuali – precisa l’organizzatore – e per ascoltare, pensare, far nascere dibattiti costruttivi e accendere piccole lampadine nelle nostre teste. L’ambizione è di dare un contributo significativo alla bellezza sociale, quella di cui sono portatori sani tutti gli esseri umani, attraverso la creatività, la manualità, il pensiero, la cooperazione e l’altruismo. L’auspicio è che la tecnologia diventi parte attiva di questa bellezza e non uno strumento di controllo e gestione del potere. Cremona non può rinunciare a entrare in questo flusso: creare una connessione con gli altri TEDx può aprire la porta a occasioni uniche e inaspettate”.

Mattioli spiega quindi il filo conduttore dell’evento: “Abbiamo scelto come titolo ‘Ogni cosa è connessa’, un tema che ci consente di affrontare una questione centrale: il mondo è sempre più complesso e interconnesso. Media e strumenti digitali occupano in media 6 ore al giorno del nostro tempo – continua Mattioli – e abbiamo più follower che amici in carne e ossa. Come recita il manifesto dell’evento ‘oggi tutti parlano con tutto. 4 miliardi di persone con il web, 5 miliardi di utenti con gli smartphone, 10 miliardi di oggetti con la rete’. Ma siamo sicuri che le connessioni siano relazioni? Questa è la domanda alla quale tenteremo di dare delle risposte partendo da punti di vista differenti”. “Parleremo di intelligenza artificiale e di cyber security – evidenzia l’organizer – ma anche di nuove solitudini, di relazioni sociali e social, di disuguaglianza, di come la tecnologia sta modificando i nostri comportamenti e le nostre abilità cognitive. Se è vero che l’evoluzione tecnologica corre veloce, è altrettanto vero che è generata e sostenuta dalle persone. Una questione nodale rispetto alla quale è necessario aumentare il nostro livello di consapevolezza e di conoscenza. In tal senso TEDxCremona si rivolge a tutte le persone curiose, desiderose di conoscere e di sperimentare. Sarebbe bello vedere in platea gente di tutte le età, giovanissimi compresi”.

Durante la presentazione del 27 febbraio interverrà Marco Fasoli (Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale Università di Milano – Bicocca) che parlerà di Benessere digitale (Mulino editore 2019). A seguire ci sarà il dibattito ‘MediaConnessione. Giornalisti e giornalismi nell’era dell’ipercomunicazione’ a cui prenderanno parte Marco Bencivenga (Direttore La Provincia), Alessandro Rossi (Direttore Mondo Padano), Giuliana Biagi (Giornalista CremonaOggi) e Giovanni Palisto (Giornalista Cremona1). E’ importante che i partner del TEDxCremona siano protagonisti dell’evento. La stampa locale potrà decidere di personalizzare la sua connessione con il TEDx e mettersi in comunicazione con nuovi lettori. A chiudere l’incontro saranno i main partner Matteo Monfredini (Chairman & CFO MailUp Group) e Andrea Ferrari (Managing Director presso Caldaie Melgari).

© Riproduzione riservata
Commenti