3 Commenti

Picenengo dimenticata
e pericolosa: la denuncia
di un cittadino

Lettera scritta da Un residente

Buonasera,

sono un residente dell’area di Picenengo (che ancora non so se definire quartiere o frazione), che è sempre stata considerata come un luogo tranquillo e silenzioso, circondato solo da campi.
Purtroppo è con rammarico che devo constatare il progressivo livello di abbandono e di aumentata pericolosità di questo luogo per svariate ragioni:

– La presenza di extracomunitari nell’ex scuola elementare all’angolo con Via Sesto che in più occasioni hanno impedito al pubblico femminile di passare in bicicletta o scooter senza essere apostrofate pesantemente.
– La totale assenza di dissuasori di velocità, che rendono l’incrocio di cui sopra piuttosto pericoloso, data l’elevata velocità degli automezzi in arrivo da entrambe le direzioni.
– La chiusura del passaggio a livello che dava sulla Via Milano e ne ha limitato l’accesso, costringendo i residenti a giri vorticosi per raggiungere la zona di Cavatigozzi.

In particolare, quest’ultimo punto ha creato una specie di ‘zona morta’ con sensibile diminuzione dei veicoli in transito, Forze dell’Ordine incluse, ed un aumento della presenza di spacciatori e di ladri d’appartamento, come peraltro già riportato nelle cronache locali.

Mi chiedo se il Comune di Cremona abbia in progetto qualcosa di serio e concreto per restituire a questa zona quel minimo di sicurezza a cui i residenti hanno diritto.

Lettera firmata

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Gemelli

    Mi trova completamente d’accordo,con la chiusura poi del passaggio a livello i residenti sono chiusi in una sacca senza uscita , ma dubito che il Comune sia interessato ad una riqualificazione l’interesse sarà solo per costruire brutture come scritto in un precedente articolo.

  • Sbirulino19

    Mi sembra che il comune abbia risposto con una tortuosa e come sempre inutile ciclabile per arrivare a Cavatigozzi.
    Perdiana cosa volevate forse un semplice ed utile sottopasso stradale? Avete sbagliato amministrazione…

    • Gemelli

      Lo sappiamo , ma ci si prova lo stesso. Sa com’è la speranza è l’ultima a morire…..infatti mi sa’ che all’altro mondo ci vado prima io nell’attesa.