Commenta

Bollino 'virus free', interviene
Rolfi: 'Totalmente inutile, ci
stiamo attivando coi consolati'

“I prodotti agroalimentari lombardi sono totalmente virus free. La questione non è nemmeno oggetto di discussione perché comprovata scientificamente, quindi non abbiamo bisogno di applicare alcun tipo di bollino da nessuna parte. Accolgo l’allarme lanciato dal direttore di Fattorie Cremona sui problemi di export in Grecia, dove sono state immotivatamente richieste certificazioni ulteriori per i prodotti. Ci stiamo già attivando con i consolati per chiarire la questione”. Lo ha detto l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi in merito alle preoccupazioni espresse dal direttore generale di Fattorie Cremona per la richiesta avanzata da importatori greci di un certificato volto a dimostrare che le forme di formaggio prodotte siano esenti dal coronavirus.

“Su questi temi la confusione è una colpa e la chiarezza è un dovere. Se qualcuno intende speculare sui nostri prodotti troverà la ferma opposizione della Regione Lombardia e spero anche del governo italiano. La produzione agroalimentare lombarda esporta latte e formaggi per un valore di 1,2 miliardi di euro all’anno. Le speculazioni non troveranno terreno fertile” aggiunge Rolfi.

“I nostri animali e i nostri prodotti sono i più controllati e sicuri al mondo. La Lombardia ha il 25% dei bovini italiani, 600 mila vacche da latte e produce 190.000 tonnellate all’anno di formaggi di Denominazione di origine protetta. Con il sistema produttivo non si può scherzare, soprattutto in momenti come questo” conclude.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti