9 Commenti

Resta in carcere il nigeriano
che ha aggredito coppia nel
parcheggio del supermercato

AGGIORNAMENTO – Resta in carcere il nigeriano di 28 anni arrestato per aggressione dai carabinieri di Cremona. Nel processo per direttissima il giudice ha convalidato l’arresto e ha aggiornato l’udienza al prossimo 20 marzo. L’uomo aveva avvicinato una coppia davanti all’Eurospin di via Bergamo, chiedendo di lasciargli la moneta del carrello. Ma al diniego dei due, invece di allontanarsi, aveva dapprima aggredito la donna, una 33enne romena residente a Monticelli d’Ongina, spintonandola e apostrofandola con parole minacciose, poi se l’era presa anche col fidanzato, accorso in difesa della compagna. Non contento, aveva insultato i due con frasi razziste nei confronti degli italiani.

lb

© Riproduzione riservata
Commenti
  • paolo

    “ha insultato i due con frasi razziste nei confronti degli italiani. ” : ma che rasssssssista!

  • Sbirulino19

    Al processo gli consiglio di cantare bella ciao.
    Non è importante, tanto l’esempio di riconoscenza per l’accoglienza che gli ha dato Italia non cambia, ma quanti anni ha sto nigeriano 28 o 38?

    • Abiff

      In ogni caso c’è qualcuno che ha il …pollaio piccolo!

  • Gemelli

    Cremona sicura . Ma dove cavolo vive certa gente su Marte?

    • Abiff

      Qualcuno sicuramente nel… pollaio. 😉

  • Gemelli

    Dirò di più allo spintone si meritava un papavero che la prossima volta gli caricava lui la macchina. Ma non se ne può più.

  • Abiff

    Scusate, non so se ho capito bene, il criminale africano si è macchiato di razzismo nei nostri confronti? Ahi ahi ahi…

  • MENCIA

    non capisco perche’ in ogni supermercato di fianco ai carrelli ci sia sempre una persona a chiedere elemosina ,all’iper di Gadesco invece no sicuramente si sono organizzati per farli sloggiare , perche ‘ negli altri supermercati non succede ?

    • Abiff

      Io ho girato il mondo (USA, Francia, Germania, Austria, Svizzera, Cina, Giappone, Messico, Croazia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania ecc. ecc.), e posso assicurare che finora solo in Italia ho trovato questo fenomeno.