Commenta

Buzzella: 'Fondamentale ruolo
imprese e indispensabile Uniti
per la Provincia di Cremona'

Francesco Buzzella, presidente dell’Associazione Industriali di Cremona, è intervenuto sui temi delicati legati alla diffusione del coronavirus in Italia: “Tutti noi imprenditori, oggi più che mai, siamo impegnati a cercare di fronteggiare le complessità crescenti che questi giorni difficili ci impongono”. “Voglio – ha aggiunto – esprimere vicinanza alle famiglie colpite, sfidati da una situazione che non ha precedenti. Un sentito ringraziamento va alle persone impegnate negli ospedali, medici e paramedici, ma anche i tanti volontari che ogni giorno instancabilmente sostengono le persone colpite da questo virus spietato”.

Buzzella ha quindi sottolineato: “Si evince prepotentemente, in questo momento cruciale per il futuro del Paese, il ruolo fondamentale del sistema delle imprese e del mondo produttivo in particolare, spina dorsale e motore dello sviluppo. Stiamo lavorando senza sosta, tra mille difficoltà, per consentire la continuità del sistema produttivo e del traffico delle nostre merci, nonché garantire all’interno delle fabbriche strumenti adeguati ai nuovi standard di sicurezza e con essi un dialogo consapevole e costruttivo con i nostri collaboratori, cui dobbiamo essere grati”.

Il presidente, poi, ha ricordato: “La Confindustria sta tra l’altro collaborando con il Governo, la Protezione Civile e le Istituzioni locali, insieme alle nostre Associazioni per consentire un più agevole dialogo con le imprese, nel difficile compito di rendere disponibile in tempi brevissimi tutto quanto necessario ad affrontare l’emergenza sanitaria. Al tempo stesso, stiamo spingendo per far sì che le Istituzioni nazionali ed europee mettano in campo tutti gli interventi necessari ad affrontare la crisi che viviamo e porre le basi, una volta che sarà stata superata, per l’auspicato rilancio dell’economia”.

Un plauso va all’Associazione Uniti per la Provincia di Cremona, ritenuta da Buzzella “indispensabile nelle circostanze odierne”, oltre che “un segno di aiuto e di supporto da parte del territorio per tutti quegli strumenti che non possiamo permetterci che oggi manchino mettendo a serio rischio la salute”.

“Contiamo – ha concluso il presidente – sull’aiuto e la sensibilità delle persone, degli imprenditori e delle loro imprese. L’impegno di tutti per far crescere un’Associazione che con le risorse raccolte sta contribuendo, e speriamo possa contribuire ulteriormente, alla risoluzione di una tale emergenza attraverso l’acquisto di presidi medici fondamentali. Basta un gesto di solidarietà, un segnale per dimostrare che questo territorio è unito di fronte al problema e alle tante esigenze, oggi più che mai”.

© Riproduzione riservata
Commenti