Cronaca
Commenta1

Fratelli d'Italia scrive al sindaco: stop tasse e rette, lavaggi strade più diffusi

La riunione del 4 marzo Comune - categorie in Camera di Commercio

Fratelli d’Italia di Cremona, attraverso Marcello Ventura, consigliere comunale e Luca Grignani, segretario cittadino,  in questo momento particolare, gravissimo ed emergenziale da un punto di vista sanitario ed economico, ha inviato al sindaco Galimberti una lettera con suggerimenti e proposte “in un’ottica di collaborazione che crediamo realizzabili. Siamo naturalmente disposti al confronto per cercare di analizzare insieme ciò che proponiamo.
Inoltre è stato approvato il Bilancio, per cui il l’Amministrazione non lavora più in dodicesimi e quindi crediamo ci sia lo spazio per programmare alcuni interventi in ottica medio-lunga distanza.
Siamo certi che verrà capito lo spirito propositivo con cui lo abbiamo fatto perché quello che ci sta più a cuore è naturalmente uscire da questa situazione sicuramente da un punto di vista sanitario ma anche che i cittadini non debbano trovarsi in difficoltà economica per questo periodo di forzata inattività totale o parziale.
Restiamo in attesa di una risposta dal Sindaco, confidando che la sintonia dimostrataci all’inizio del problema fino alla prima riunione in Camera di Commercio con le riunioni e le conference call per coinvolgerci sull’emergenza, continui anche adesso nell’analisi delle proposte”.

LA LETTERA

Gentilissimi,
Relativamente ai fatti recentemente accaduti in seguito alla pandemia in oggetto che ha colpito gravemente e duramente la nostra città intesa come comunità, dal punto di vista sanitario ed economico, vista la perduranza di questa emergenza , come partito politico, Fratelli d’Italia si sente di consigliare alcuni interventi relativi alla nostra città nell’ottica della più fattiva e positiva collaborazione per i prossimi 6 mesi:
Sospensione rette servizi educativi, pre e post scuola, pomeriggi scuola, trasporto scolastico, tariffa nidi.
Apertura ztl per permettere di raggiungere i negozi rimasti aperti per decreto anche abolendo gli orari limitati delle zone carico-scarico.
Sospensione pagamenti parcheggi blu.
Sospensione pagamento plateatici in genere ed occupazione suolo pubblico per banchi del mercato oggetto di chiusura.
Sospensione di qualsiasi attività di mercato di qualsiasi natura.
Sanificazione strade su tutto il territorio comunale e non in alcune zone.
Controlli su accattonaggio per il rispetto delle regole.
Sospensione Cosap.
Sospensione Tari per chiunque ha obbligo di chiusura.
Sospensione emissione degli accertamenti in fase di notifica di Imu e Tasi.
Sospensione trasporto pubblico ad eccezione delle linee essenziali per l’Ospedale.
Rinvio al 2021 della tassa di soggiorno.
Obbligare tutte le associazioni che ricevono contributi comunali a supportare gli anziani per le loro necessità giornaliere, spese alimentari e farmaci.
Istituire numero verde o, in ogni caso, un servizio di “pronto intervento” per ogni esigenza urgente per i cittadini. Non solo consegna spese e farmaci, ma anche elettricisti, idraulici, ecc. ecc., pensato soprattutto per gli anziani.
Certi che questi interventi proposti vengano presi in considerazione considerandoli come suggerimenti utili al miglioramento di vita in questo momento così particolare, disponibili ad un confronto affinchè si possano meglio analizzare le situazioni proposte, restando in attesa di un riscontro da parte vostra, cordialmente salutiamo.

© Riproduzione riservata
Commenti