Commenta

Altra vittima del Covid tra i
medici di famiglia: scomparso
Bertolasi di Castelleone

Castelleone piange un’altra vittima del Coronavirus, il medico di famiglia Gian Battista Bertolasi, scomparso la scorsa notte all’ospedale di Crema, dove era ricoverato da alcune settimane in rianimazione. Aveva 66 anni. Una perdita dolorosissima per la cittadina, dove la notizia è già circolata dalle prime ore della mattina, lasciando nello sconforto una popolazione già duramente colpita dai contagi e purtroppo dalle estreme  conseguenze portate dal virus. Il dottor Bertolasi, molto stimato anche come persona oltre che come professionista, non è il primo medico di famiglia a perdere la vita nel territorio dell’Ats cremonese: di pochi giorni fa la perdita di Rosario Gentile di Pizzighettone. Sul mantovano, facente parte della stessa Ats Valpadana, è deceduto Franco Galli che operava a Medole.

Proprio questa mattina il sindaco di Castelleone Pietro Fiori, visibilmente provato, aveva voluto onorare i castelleonesi che hanno perso la vita nel mese di marzo, elencandoli con i loro nomi di battesimo. “Marzo, il mese più tragico per Castelleone. 54 nostri concittadini nonni, padri, madri, fratelli, amici e maestri, maestri di vita, ci hanno lasciato. Non so se sono mancati tutti a causa del coronavirus, non importa, li voglio ricordare ad uno ad uno…..”. “Dopo l’ennesima cerimonia a cui ho partecipato, il 31 marzo, sono crollato- ha aggiunto -. Per fortuna ho incontrato in chiesa don Giovanni, che mi ha detto: Coraggio Pietro, le tue lacrime sono già preghiera, per i nostri defunti e per la città ….”

© Riproduzione riservata
Commenti