Ultim'ora
4 Commenti

Nell'inchiesta della procura
lotto di mascherine scadute
ai danni di una Fondazione

“La Giustizia avrà un ruolo importante dopo l’emergenza”. Lo ha spiegato oggi il procuratore della Repubblica di Cremona Roberto Pellicano relativamente alla maxi indagine su morti, truffe e appalti e all’istituzione del pool di magistrati che si occuperà delle varie inchieste legate all’emergenza coronavirus.

Una pista che la procura ha già iniziato a seguire riguarda una presunta frode sulla fornitura di un lotto di mascherine scadute ai danni di una Fondazione. E’ uno dei tanti aspetti dell’inchiesta che prenderà in considerazione tutti i decessi, le truffe, gli appalti e le violazioni inerenti la pandemia. “Farci vedere presenti è il nostro primo dovere”, ha detto il procuratore. “Abbiamo vissuto e stiamo vivendo una fase delicata soprattutto per la soppressione dei diritti personali, e non è finita. Non avremmo mai pensato di considerare ‘trasgressori’ quelli che magari stanno facendo una grigliata. Tutti siamo disorientati, viviamo ristretti e consideriamo ‘cattivo’ chi viola le prescrizioni, è una situazione anomala. C’è oggi più che mai la necessità di tornare a confidare in una Giustizia che sia razionale e comprensibile. C’è stato e c’è un flagello e la Giustizia dovrà tenerne conto ed esaminare tutta la casistica che verrà”.

Il pool esaminerà i decessi, le colpe mediche, le truffe, e non solo. Ci sarà poi da verificare tutta la parte economica e l’impatto disastroso che il coronavirus avrà sull’economia. “Ci saranno molte insolvenze e anche bancarotte”, ha aggiunto il procuratore. “Tutto andrà valutato alla luce di questo fenomeno. Non so se nel frattempo interverranno norme specifiche, ma certo saranno ben pochi coloro che potranno portare i bilanci in pareggio. Tutto questo porterà a molta casistica giudiziaria. C’è per esempio tutto un mondo di coloro che si fanno mediatori di presidi sanitari e che partecipano a gare senza averne titolo”. Tantissimi, per il procuratore, gli aspetti legati al coronavirus, non ultimo quelli relativi alle fasce deboli e di ordine pubblico e a situazioni di maltrattamento domestico che hanno proprio tratto spunto da questa epidemia.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti