Cronaca
Commenta11

Animali nei propri escrementi e inquinamento ambientale: sequestrata azienda Robecco

Animali custoditi in pessime condizioni igienico sanitarie, immersi dai propri liquami e circondati da carcasse di altri animali morti: questo quanto hanno rinvenuto gli uomini del Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di Finanza di Cremona e quelli del  Gruppo Carabinieri Forestali in un allevamento di bovini di Robecco D’Oglio, che è stato messo sotto sequestro su disposizione del Tribunale di Cremona. Tre persone sono state denunciate alla Procura della Repubblica di Cremona per “attività non autorizzata di gestione di rifiuti e detenzione di animali in condizioni contrarie alla propria natura e una persona giuridica per la responsabilità amministrativa derivante da reato”.

La necessità di un provvedimento cautelare è legata alla “condotta criminale tenuta dai titolari dell’impresa che, incuranti delle conseguenze dei loro comportamenti, hanno continuato a spandere in modo incontrollato nei terreni circostanti le stalle i reflui ed i liquami degli animali compromettendo le risorse idriche superficiali e minacciando la contaminazione anche delle sottostanti falde acquifere” fa sapere la Guardia di Finanza in una nota. 

Sono anche state sequestrate 370 mucche da latte e le attrezzature connesse alla loro cura, allo scopo di “interrompere l’azione criminale tutelando il benessere degli animali anch’esso fortemente compromesso dalle pessime condizioni igieniche nelle quali erano costretti a convivere tra liquami, reflui di letame e carcasse di bovini morti”.

Nei pressi delle stalle sono stati inoltre rinvenuti anche pneumatici di auto, materiali plastici, cumuli di letame e recipienti di prodotti classificati tra le sostanze cancerogene, mutagene o tossiche. 

Al fine di tutelare il benessere degli animali ed assicurare la continuazione delle attività nel rispetto delle norme il tribunale ha nominato un amministratore giudiziario che curerà la gestione dell’impresa. Tali indagini si inseriscono nella più ampia attività di tutela della filiera agro-alimentare e salvaguardia dell’habitat naturale condotta dalla guardia di finanza per contrastare ogni forma di illecito a salvaguardia delle imprese che operano nel rispetto delle norme e dell’ambiente.

© Riproduzione riservata
Commenti