42 Commenti

Laudadio e Carletti: 'Ecco
perchè ha un senso
cantare ancora Bella Ciao'

Sulla scelta di intonare le note di Bella Ciao, a Cremona, come in molte altre comunità d’Italia che hanno aderito all’appello dell’Anpi, si sono espressi molti esponenti della destra e a Cremona lo ha fatto Marcello Ventura, con un intervento molto duro al quale rispondono Paolo Carletti, erede di una lunga tradizione socialista e Mariella Laudadio, rappresentante dell’Anpi locale.

“Nei giorni delle sciagure – afferma Carletti –  i valori umani vengono a galla come l’olio nell’acqua, in modo naturale, spontaneo ed inesorabile; anche i disvalori umani in tali frangenti si svelano da ogni ipocrisia smettono i panni della mediocrità ed assumono il gusto dell’orrido.
Mai avremmo pensato di leggere tanta volgarità, livore schiumante e rozza reazione all’iniziativa del Comune di diffondere le note di Bella Ciao da Palazzo Comunale.
Bella Ciao è canzone divisiva?
Si, è vero: divide chi crede nelle Istituzioni Repubblicane da chi si mette fuori legge!
Il presidente del Consiglio sarebbe dovuto intervenire?
si è vero: ma al limite per proporre Bella Ciao prima di ogni seduta del Consiglio!
Ricordo che il Consiglio comunale di Cremona venne occupato violentemente dai fascisti il 22 luglio del 1922, qualcuno vorrà festeggiare tale ricorrenza invece del 25 aprile? Lo faccia, se ne vergogni, ma almeno ci risparmi lezioni di libertà!
Spiace che chi ricopre cariche istituzionali offenda la Costituzione e la memoria di chi si è seduto sui banchi di sala Quadri prima di Lui e spiace che lo faccia con la volgarità di chi prova un malcelato disagio di fronte alle Istituzione Repubblicane nate dalla Resistenza Partigiana”.

“Dicono che sia un canto divisivo, ma ormai è condiviso da tutti, in tante parti del mondo”, afferma Mariella Laudadio. Me ne sono arrivate tante versioni, video dall’India, dall’America, tanti popoli che lo hanno assunto a simbolo di tutte le libertà, e non solo la libertà che celebriamo qui oggi. In questo Paese ci sono ancora due parti, una delle quali non condivide i valori della costituzione e la liberazione dal nazifascismo? Ma se non ci fosse stata quella Liberazione, una metà del Paese non avrebbe potuto nemmeno parlare oggi. Possiamo fare queste cose, possiamo suonare quello che ci pare da una parte e dall’altra perchè c’è stato il 25 aprile e c’è Bella ciao che lo ricorda e lo celebra.

“Alla destra che torna a mostrare il suo volto possiamo reagire con  la nostra vita di tutti i giorni, con tutti gli atti che compiamo possiamo riuscire ad affermare i principi fondanti della nostra Costituzione, primo fra tutti il rispetto degli altri. Soprattutto dei più deboli. Tutti i giorni possiamo  riaffermarli, piano piano ce la possiamo fare”. g.b.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Tuono

    Mio figlio che ora è un ragazzino ha un brutto ricordo di “Bella ciao”. Un ricordo di violenza e devastazione. Un ricordo brutto nella sua città distrutta proprio da coloro che la cantavano a squarcia gola quel drammatico 24 Gennaio 2015.Non sono passati 100 anni ma bensì solo 5.Stasera canteremo l’inno di Mameli sventolando il TRICOLORE perché siamo italiani senza ideologie ne di destra ne di sinistra. W L’ITALIA.

    • Ronni

      W l’Italia

    • patrizia

      purtroppo sono le persone sbagliate…. nei miei ricordi di brutti episodi anche l’inno di Mameli è stato cantato da persone indegne …. ma questo non fa del nostro inno un ricordo negativo e sono d’accordo W L’ITALIA

    • Sara

      Tuo figlio ricorda solo quello perché non ha studiato mezza pagina di.storia e di vita del nostro paese.E suo padre certamente ha fatto lo stesso.La mascherina che da sempre avete posta sopra a gli occhi non vi mai permesso di vedere chi erano quei soldati nazifascisti che entrarono a devastare,spaventare,saccheggiare,ammazzare e violentare chiunque?Invece di pontificare qui sopra suggerireri di andare a studiare

      • Lorenzo

        Vorrei farle presente che la guerra non l’ hanno vinta i partigiani ma le forze alleate che occuparono l’ Italia fino al 1947.
        Relativamente ai partigiani, negli archivi di stato sono registrati circa 10.000 combattenti dall’ 8 settembre ’43, che diventarono 30.000 a febbraio ’44 per arrivare a 130.000 poco prima del 25 aprile ’45 e dopo questa data (a guerra finita, ma a quanto pare non per loro) diventare 250.000 (tra l’ altro senza registrare nessuna vera e propria azione di guerra), quindi non rappresentarono affatto tutti gli italiani (che all’epoca erano circa 45 milioni dati istat) ma ne rappresentavano meno dell’ 1%.
        Il 25 aprile si festeggia la sconfitta della guerra dove abbiamo perso Istria, Dalmazia e Trieste (tornata all’ Italia nel ’54),il Dodecaneso, le colonie africane (dove a differenza di altri abbiamo costruito, ne è esempio Asmara dichiarata patrimonio Unesco dove gli edifici costruiti negli anni ’30 sono stati definiti “un esempio eccezionale di urbanizazione modernista”). Il 25 aprile quindi dovrebbe essere giornata di lutto nazionale dove ognuno dovrebbe andare a ricordare i propri morti di qualsiasi fronte essi siano stati.
        Nel ’47 ci fu una riappacificazione tra ex partigiani ed ex fascisti, il 6 gennaio di quell’ anno insieme posarono una corona d’alloro sulla tomba del Milite Ignoto a Roma con un nastro tricolore recante la scritta “Gli italiani agli italiani” e sempre insieme intonarono l’ Inno di Mameli e la canzone del Piave.
        A mio parere il 25 aprile è e rimarrà sempre un giorno divisivo per gli italiani. La vera festa nazionale dovrebbe essere il 4 novembre, quando nel 1918 l’ Italia vinse la grande guerra su un fronte dove DAVVERO combatterono insieme tutti gli italiani.

        • Sara

          Revisionismo storico…w il 25 Aprile ,w i partigiani !w la libertà dal nazifascismo…e davvero,non riuscite a stare zitti ALMENO nel giorno che é una data simbolo della LIBERTÀ Italiana.

          • Lorenzo

            A parte che oggi è il 26 😂 comunque l’ ha detto lei che bisogna studiare storia.

          • Sara

            Non ho deciso io di far polemica OGGI su ciò che la maggioranza degli italiani ha cantato ieri…In ogni caso il ricordo continua e ci si prepara a commemorare la data del 28 Aprile !!!hahahahha!buona domenica a tutti in pace e in libertà…W la libertà!!

          • Lorenzo

            Si ricordi che chi festeggia sui cadaveri sono sciacalli e avvoltoi.

          • Sara

            Habahabhahaba!!!siamo in tanti allora!!buona domenica !!non ti rispondo più adesso,addio!!

          • Paul

            Come quelli che invasero Etiopia ed Eritrea?
            Provi a proporre le sue argomentazioni storiche a loro. Ma non si lamenti se quando dirà italiani brava gente la rincorreranno coi forconi!
            E si, ci liberarono gli americani ma chi ci mise nelle condizioni di essere liberati?

          • Sara

            Non ci sono.squallidi peggiori di voi nostalgici che tornate ogni anno al cimitero a piangere un dittatore assassino e a pregare.Vergogna!!

          • Lorenzo

            Ma non dovevi smetterla di rispondermi?

          • Sara

            Senti tale lorenzo..io non ti ho mai scritto,se mai ho dovuto risponderti.Adesso sparisci se no passi per stalker e mi dai fastidio.Ho reso o devo segnalarti?sparisci

          • Lorenzo

            Tale sara, ti sei resa conto che siamo su una bacheca pubblica?

          • Sara

            Ti ripeto l ultima volta che mi stai dando fastidio.Scrivi ad altri,lasciami stare.Stolker.Smettila di infastidire.

          • Miriam

            Non eri quella che il 28 doveva commemorare fucilazioni sommarie ed esposizione di cadaveri in pubblica piazza?
            E ti turbi per due commenti educati? Torna nella tua cameretta va…

          • Sara

            Ecco la fascista.che pratica apologia fascista.Un altra stolker: da.bravi fascisti volete imporre e imporvi…volete a tutti i costi obbligarmi a parlare con voi.Mi stai dando fastidio,vuoi fare tu la stolker al posto del tuo amico?Invito anche te a non scrivermi più,a lasciarmi stare.Lo sai che è un diritto?civilmente ti chiedo ,torno a chiederti,non mi scrivere.Devo chiedertelo ancora?

          • Lorenzo

            Miriam non faccia apologia (?). A quanto pare qualcuno può commentare tutti ma guai a darle torto, sarebbe un crimine contro la libertà o un atto di stalking.

          • Miriam

            Certo…L’apologia di stupidità la lascio agli altri 😉

          • Tuono

            … aggiungo una frase di Lord Acton“Ci sono due cose che non possono essere attaccate frontalmente: l’ignoranza e la ristrettezza mentale. Le si può soltanto scuotere con il semplice sviluppo delle qualità opposte. Non tollerano la
            discussione. “

          • Paul

            Ben detto!

          • Tuono

            Ben detto Lorenzo. Certe persone la storia dovrebbero studiarsela tutta non solo quella che interessa per la propria ideologia

      • Tuono

        .. W l’ITALIA

      • Tuono

        La tua risposta piena di sarcasmo, di livore e arroganza mi è indifferente. Come diceva una bravissima scrittrice Marguerite Yourcenar”Ci sono in ogni epoca degli individui che non pensano come tutti, cioè che non pensano come coloro che non pensano affatto. “.. Continuerò a studiare la storia ma nn perché mi è stato suggerito con presunzione da te ma perché mi piace. Studio lo schifo del nazi_fascismo come lo schifo del comunismo(foibe, strage di Schio ecc ecc). Ti consiglio un bel film” Red Land” pure in versione stampabile.

        • Sara

          Vai avanti a pontificare,ma con tuo figlio,non con me.Ho già più volte salutato e augurato buona domenica….non continuare a dare fastidio come uno stolker.Ripeto,buona domenica,addio.Chiusa parentesi

        • Paul

          Questa scrittrice parlava di lei?
          Riguardo alle foibe, studi lei perché penso che alla maggior parte di chi ne parla non ne sappia un granché grazie anche a una bella propaganda.
          E comune, in Africa gli italiani si macchiarono di delitti ben più cruenti. Stupri di massa su donne e bambini e brutali omicidi che coinvolsero più di 2 milioni di civili.
          Se davvero le piace la storia la studi tutta!
          E magari oltre alle foibe ogni tanto parliamo anche di questo o delle marocchinate; ammesso che sappia cosa furono.

          • Tuono

            Ci sono idee e sentimenti che si possono esprimere soltanto nella propria lingua, e con un ascoltatore in grado di capire.Io non ti capisco e nn ho tempo da perdere per farlo.

          • Paul

            Eh lo so che non capisce…

    • Tuono

      La tua risposta piena di sarcasmo, di livore e arroganza mi è indifferente. Come diceva una bravissima scrittrice Marguerite Yourcenar”Ci sono in ogni epoca degli individui che non pensano come tutti, cioè che non pensano come coloro che non pensano affatto. “.. Continuerò a studiare la storia ma nn perché mi è stato suggerito con presunzione da te ma perché mi piace. Studio lo schifo del nazi_fascismo come lo schifo del comunismo(foibe, strage di Schio ecc ecc). Ti consiglio un bel film” Red Land” pure in versione stampabile.

    • Corvorosso

      Mi spiace per suo figlio, i delinquenti vanno messi in galera. Quelli che sfasciano le città , certo. E quelli che che vorrebbero cancellare dalla faccia della terra un intero popolo?

      • Tuono

        Pure loro in galera

  • roberto borsella

    Viva l’Italia!!!
    Se fossimo davvero in guerra non avremmo bisogno di tante canzoni. Se fossimo in guerra davvero , come dicono, non avremmo guerre tra di noi, e nemmeno i magistrati che si mettono ad indagare su eventuali possibili errori, ma, insieme , uniti, faremmo ognuno la nostra “battaglia” per difendere i figli, gli amici ed il Paese.
    Ma, credo, siamo ancora troppo legati ad un passato di cui non si è mai avuta la libertà di parlarne. In mezzo a questa guerra allora (il coronavirus) ed a queste guerre sciocche per il significato da attribuire ad una canzone, personalmente, fossi stato il sindaco, avrei fatto intonare per tutta la città il Christus vincit christus regnat, canto che ricordava ai potenti da dove e da chi proviene ogni potere terreno, che nessuno può esercitare arbitrariamente, con la forza, senza pensare di doverne rispondere a Dio.
    Che meraviglia!!! E che monito a fascisti o comunisti o a chi abusa del proprio potere.
    W l’Italia.

    • Sara

      Cristus vincit e cristus regnant?ma.perché?credere che tutti siano cattolici e cristiani quindi imporre il Vostro credo?ma che concezione di libertà è?Il 25 Aprile ha significato libertà per tutti se poi si tratta di una libertà che qualcuno non riconosce problemi di questo qualcuno ma francamente imporre il credo è veramente da fascisti.Purtroppo nel vostro immaginario non considerate che le persone non credenti,i diversi,i “froci”(come li chiamate voi),quelli che definite “comunisti”..sono molti,molti di più di Voi.W il 25 Aprile ,w la resitenza e la libertà di essere ciò che si è anche di fronte a chi vorrebbe imporre omologazione e fascismo.

      • roberto borsella

        Vedo che il suo concetto di libertà non è più lungo del naso. Lei ha appena risposto a coloro (a me proprio non interessa) che reputano quella canzone non unitaria come lo è l’inno nazionale.
        Rispondete, sgarbatamente a voi stessi cosi facendo. Anche nel linguaggio. Ho tanti amici omosessuali. Persone splendide con i loro pregi e difetti. Come me. Come tutti. Come lei.
        Buona domenica e plachi il livore.

        • Sara

          Plachi il suo fascismo di voler imporre dalle finestre il cristus vincit o quello che vuoi.Tutti i fascisti moderati si giustificano dicendo “ho amici gay,sono molto bravi”salvo poi considerarvi famiglie solo Voi.Anche le frocie pagano le tasse lo sa?tutte!!~quindi n9n permettetevi di toccare o sporcare almeno il 25 Aprile e il cristus cantatelo a casa vostra perché non potete imporre la religione: non siete molto diversi dai fondamentalisti islamici!!!siete uguali!!!AL unica cosa da placare sono le chiacchiere diafane di gente fascista che dovrebbe solo tacere ALMENO il 25 Aprile.AMEN

          • roberto borsella

            Argomenti sterili i suoi.
            Buona domenica. Ora inizia la messa.

          • Sara

            Non lo sa che anche i froci pagano le tasse?no?lo insegni ai.suoi figli e insegni anche il.rispetto per quelli che considerate diversi o sbagliati.Vai a pregare e a lavartila coscienza.Prega per i peccatori froci come me che ,ad esempio,lavoro da quando ho 16 anni,mi sono laureata pagandomi tutto e considero FAMIGLIA quella che mi scelgo e vivo : circondata da persone fantastiche che rispettano e stimano chi vive nel rispetto la propria libertà.Lontana da cervelli medioevali.Andate in pace.

          • roberto borsella

            Mi perdoni, ma non avendo argomenti continua a parlare di tasse e omosessuali. Guardi, la mia famiglia per cultura e tradizione è aperta a tutti. Abbiamo avuto genitori fantastici che ci hanno insegnato l’accoglienza, il rispetto. Adesso che leggo bene i suoi scritti credo anche lei abbia avuto la stessa educazione. Non è a me sara che devi rivolgere le accuse violente spregiudicate e senza senso che stai dicendo.

          • Sara

            L argomento è la liberta.Sarebbe solo la sua,quella di pretendere un sindaco canti il cristus vincit o quello che vorrebbe sentir cantare.Specchio del concetto di libertà che si ha nei confronti di tutti gli “altri”.Il 25 Aprile si ricorda la libertà dal nazifascismo e non si canta nessun cristus vincit da nessuna finestra di nessun palazzo comunale.A prescindere dalla famiglia in cui siamo nati e dal partito che sosteniamo o meno.Un giorno della memoria e del silenzio per chi ha da criticare.Amen.

  • Piero

    Sto vomitando.

  • Vanni Salomoni

    BELLA CIAO è sicuramente divisiva ! Ma divide da chi cerca in modo subdolo di annullare il ricordo ( Il Ventura cremonese e sempre abbronzato Marcello fascistoidi come Ignazio La Russa ) , i colletti bianchi del nuovo fascismo assieme alle truppe operative che imbrattano le lapidi in tutta Italia che ricordano il sacrificio di persone eccezionali per la libertà nostra dai nazi-fascisti-repubblichini e gli altri che credono in questi valori . Io sono contento che sia divisiva ma bisogna sapere da che parte stai ! Non siamo tutti uguali …..io mi riconosco in Ventura e il suo sodale Ignazio . W il 25 aprile con “BELLA CIAO” come colonna sonora !!!!