Cronaca
Commenta8

Fase 2, a Cremona niente gioco d'azzardo. Galimberti: 'Sarebbe stato pericoloso e sbagliato'

(foto di repertorio)

Lo Stato ha fatto ripartire il gioco d’azzardo dal 4 maggio, ma ha dato la possibilità ai sindaci di prevedere misure più stringenti. E a Cremona non ci sarà alcuna riapertura al settore, come ha spiegato il sindaco Gianluca Galimberti: “Come può ripartire il gioco d’azzardo prima di alcune attività come i i ristoranti o i parrucchieri o prima dei servizi educativi? Lo trovo pericoloso e profondamente sbagliato. E’ per questo che come Sindaco e come Giunta, dopo alcuni approfondimenti, ho e abbiamo deciso di non revocare l’ordinanza che avevo firmato per la fase 1”.

Galimberti ha poi aggiunto: “A Cremona anche nella fase 2 non si può giocare alle macchinette o andare in tabaccheria a comprare il gratta e vinci. In questo modo evitiamo spostamenti e assembramenti inutili e mettiamo un freno a quella che è una vera e propria epidemia sociale: soprattutto in questo momento così difficile, non vogliamo che persone o famiglie già in difficoltà vengano affondate dalla ludopatia”.

© Riproduzione riservata
Commenti