Cronaca
Commenta5

Guarite le suore di clausura: dopo settimane di isolamento, ritorno alla comunità

Sono “felici” e ringraziano per “la tanta solidarietà ricevuta dai tanti cremonesi”, le suore di clausura domenicane del monastero di San Sigismondo a Cremona, ora tutte guarite dal Coronavirus. Hanno ripreso la loro vita comunitaria dopo settimane di isolamento, costrette a vivere una clausura nella clausura perché si sono dovute isolare nelle loro celle, in quarantena.

Il Covid-19, entrato prepotentemente anche nella sacralità del santuario, ha fatto ammalare cinque monache e questo ha impedito alla comunità di condividere quei momenti comuni come le preghiere, le letture e le riflessioni, ma anche i pasti in refettorio. La preghiera si è fatta ancor più intensa, “pregando perché la paura e il disagio di questo delicato momento possano trasformarsi in una scoperta positiva: siamo stati messi nella possibilità di restare uniti e presenti gli uni agli altri anche senza vederci e incontrarci. In Comunità stiamo pregando perché tutti possano sperimentare la ricchezza e la bellezza della comunione spirituale di cui godiamo noi ogni giorno in clausura” fanno sapere le monache.

La piccola comunità, dopo aver debellato il pericoloso virus, è tornata a una normalità ancora parziale, in quanto le sante messe con i fedeli non si celebreranno a partire dal 18 maggio, come deciso ieri: per loro tutto è stato posticipato ai primi di giugno. Questo è dovuto agli esercizi spirituali che le monache sono solite fare proprio nell’ultima settimana di maggio.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Commenti