Ultim'ora
Commenta

La ripartenza alle Colonie
Padane: passeggiate, sito
e servizio asporto per il bar

(foto Sessa)

Sono diversi i cremonesi che per praticare l’attività motoria consentita nella Fase 2 hanno scelto il Parco Colonie Padane, complice la nostalgia per un luogo che era chiuso dallo scorso autunno quando l’alluvione aveva portato acqua e fango del Po in tutta l’area. Da martedì 5 maggio però, in linea con le disposizioni governative regionali e comunali, è di nuovo consentito l’ingresso tutti i giorni dalle 9 alle 19.

I gestori hanno notato un notevole rispetto da parte dei frequentatori del protocollo anti-contagio, che prevede ad esempio l’obbligo di mascherina e il divieto di assembramento, così hanno deciso di aprire anche il bar limitatamente al servizio take-away come previsto dalle normative vigenti in relazione al Covid-19: da sabato 9 maggio la Cooperativa Varietà è attiva presso il bar con l’asporto di bevande, gelati, panini del BonBistrot. L’elenco dei prodotti è consultabile sul sito web del Parco Colonie Padane. Già perché è stato lanciato un nuovo portale che illustra i servizi presenti nella struttura e permette attraverso la newsletter di tenere aggiornato il pubblico.

“E’ un ricominciare in modo diverso anche da parte del nostro Consorzio Solco dentro a questo bellissimo Parco”,  spiegano i gestori che aggiungono: “L’obiettivo è rendere questo parco un vero e proprio polo aggregativo, per riscoprire il territorio, le relazioni, la cultura, il benessere, l’ambiente e lo stare insieme”.

Attualmente sono transennate in quanto chiuse le aree sportive ossia giochi bimbi, percorso vita, minigolf e campi da bocce, in pratica è consentito soltanto passeggiare per i vialetti ma dopo il periodo di isolamento domiciliare è senz’altro un toccasana per il corpo e per la mente, come confermano gli atleti amatoriali o i nonni con bambini che stanno progressivamente tornando a popolare la struttura. Eventuali aggiornamenti riguardo la riapertura delle aree sportive, fanno sapere da Palazzo Comunale, potrebbero giungere con i provvedimenti governativi e regionali attesi per i prossimi giorni.

Federica Priori

Fotoservizio Francesco Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti