Ultim'ora
Commenta

Come cambia il turismo
a Cremona: audioguide
per visitare la città

Foto di repertorio

Audioguide per visitare la città, calendari per le visite guidate e turismo slow: queste le principali novità che cambiano il volto del turismo a Cremona, a causa dell’emergenza Covid. Una serie di novità promosse dall’ufficio turistico ‘Cremona Infopoint’, gestito da Target Turismo.

Grazie ad alcuni investimenti significativi supportati dai bandi per le imprese della filiera turistica indetti dalla Camera di Commercio di Cremona erano già state acquistate apparecchiature tecnologiche che ora risultano adeguate per garantire il distanziamento e la sicurezza a turisti e visitatori. “Oltre alle radiocuffie che utilizziamo già da alcuni anni per i nostri gruppi, che consentono di ascoltare le spiegazioni della guida tramite appositi auricolari, abbiamo acquistato delle audioguide” spiegano i gestori del servizio.

Si tratta di dispositivi con contenuti multimediali audio, immagini e mappe: i testi descrittivi, scritti dai nostri professionisti, illustrano i monumenti principali della città soprattutto la piazza medievale Duomo, Torrazzo, Battistero e Palazzo Comunale. Saranno disponibili per il noleggio presso l’Infopoint e daranno la possibilità al turista di visitare in autonomia i monumenti principali della città con la possibilità di scegliere il livello di approfondimento.

“Una prospettiva completamente nuova per Cremona, perché solitamente questi dispositivi vengono utilizzati per la visita dei musei” spiegano dall’ufficio turistico. “In questo caso invece la proposta si estende ad un tour della città che comprende sia esterni che interni. Le audioguide sono pensate per venire incontro a varie tipologie di visitatori con attenzione anche agli utenti con disabilità, in quanto dispongono di uno schermo retroilluminato per visitatori ipovedenti e possiedono uno speaker integrato compatibile con apparecchi acustici. Anche in questo caso doteremo il turista di auricolari e cordino monouso per evitare contatto diretto non salutare. Da queste audioguide nascerà nel prossimo futuro anche un’applicazione scaricabile dal turista sul proprio cellulare in varie lingue. Tutte le apparecchiature verranno debitamente sanificate”.

Non è tuto: è stato preparato un calendario con visite guidate giornalieredestinate a turisti individuali, famiglie, piccoli gruppi di massimo 8-10 persone, ma anche ai cremonesi che desiderano ritornare nei luoghi da cui sono rimasti esclusi nel periodo di chiusura: chiese, monumenti, musei ecc. “Garantiremo due partenze al giorno tutti i giorni, una al mattino e una al pomeriggio, e non mancheranno delle passeggiate culturali in serale” continuano dall’Ufficio turistico.

Ai partecipanti verrà data la welcome carddel Comune di Cremonache prevede sconti nei negozi e attività commerciali di Cremona, valida un anno, servirà per aiutare il commercio locale oltre che per favorire la visita dei musei perché prevede l’ingresso a quota agevolata ogni volta che si entra nell’arco dell’anno.

“Siamo, inoltre, fortemente motivati ad incentivare il turismo slow. Abbiamo infatti programmato una serie di tour in biciclettanei dintorni di Cremona: questi si prestano a garantire il distanziamento tra i partecipanti e inoltre si svolgono all’aria aperta e risultano particolarmente adatti in un momento di transizione tra il lockdown e la ripresa delle normali attività. Tutti gli itinerari partiranno nelle giornate di sabato dall’Infopoint di Piazza del Comune con percorsi che variano da 30 a 50 km, si svolgeranno principalmente su piste ciclabili, con delle tappe per visitare con la guida monumenti dislocati nella nostra campagna e poco conosciuti. Anche qui il numero di partecipanti sarà molto ristretto, inferiore a 10 persone, si dovrà pertanto prenotare in anticipo”.

© Riproduzione riservata
Commenti