15 Commenti

Continua a svuotarsi il centro:
chiuso il Mi&Mi e un negozio
di abbigliamento per bambini

FOTO SESSA

Dopo il Daslu Cafè e il Km0, un altro bar, in pieno centro storico, ha chiuso i battenti in via definitiva: si tratta del Mi&Mi, situato all’angolo con via Ala Ponzone. Un bar storico, ma recentemente acquisito da una coppia cremonese, che ha voluto rilanciarlo. L’ennesima attività caduta vittima della difficoltà che un po’ tutti i negozi di Cremona devono affrontare, con la quarantena che ha dato il colpo di grazia a una situazione che per il centro storico era già tutt’altro che rosea.

Poco più avanti, non ha ancora riaperto i battenti un altro bar, il Val Val. Si tratta però, fa sapere il titolare, Valerio Valcarenghi, solo di una situazione temporanea: “Non avendo plateatico all’aperto ed essendo il locale piccolo, abbiamo deciso di aspettare ancora un po’ a riaprire, anche a causa degli altissimi costi di gestione che in quella zona si devono affrontare. Restiamo a disposizione per organizzare catering a chi ce li richiede, come abbiamo sempre fatto, ma per la riapertura del locale preferisco aspettare ancora un po’ e vedere come vanno le cose”.

In corso Garibaldi, invece, non riaprirà più le serrande il negozio di abbigliamento per bambini Latteria Meninn, che sulla vetrina riporta un cartello su cui si annuncia la chiusura definitiva. L’ennesima vetrina vuota in una via che ormai da tempo si sta svuotando. Del resto tra febbraio e aprile in provincia di Cremona sono 60 i negozi che hanno chiuso i battenti (dati della Camera di Commercio).

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Andrea Garini

    Ma perché non citate anche le serrande che aprono. Gli esercizi commerciali che iniziano una nuova attività?

    • Abiff

      CremonaOggi lo fa, ma tra quelli che aprono e quelli che chiudono, il saldo è negativo. Basta contare le vetrine vuote.

      • Ronni

        Conbipel inaugurata in pompa magna (con mega sorrisi del sindaco ) ha appena chiesto il concordato in bianco…!! Tre negozi nella stessa struttura sono ancora chiusi … articolo ?? Sorrisi ??

        • Abiff

          (risata amara)

  • Hulk Il Giusto

    Che il centro di Cremona piano piano si svuotasse di attività commerciali non è una novità legata alla pandemia che ha comunque contributo ad accelerare la disfatta, cari-affitti, zone a traffico limitato, parcheggi a pagamento e non per ultimo la nascita di centri commerciali inducono gli acquirenti, specie chi viene da fuori città, a disertare il centro!

    • Abiff

      Lo puoi scrivere anche 1.000 volte. Ma ci saranno sempre quelli che daranno la colpa alla poca fantasia dei negozianti cremonesi, i loro prezzi troppo alti, la presunzione che guadagnino troppo, che vogliono poter mantenere lo yacht a Cannes, ecc. ecc ecc.

      • roberto ruffo

        faccio sommessamente notare che il centro storico di Brescia come estensione è dieci volte quello di Cremona ed è completamente pedonalizzato

        • Abiff

          Lo so bene, ci vado spesso. Faccio anche notare che il centro storico di Brescia è servito da quasi 5 volte il numero di parcheggi in città pro-capite rispetto a Cremona – che ha una percentuale di aree pedonalizzate percentualmente superiore – per un totale di 11 mila in 20 zone diverse. Noi ne abbiamo soli 2.300 circa, insufficienti e sempre pieni.

          Nessunissimo problema di fruibilità del centro pedonalizzato. A Brescia.

  • Lallero

    Non sono i centri commerciali il problema, il problema sono i cremonesi che decidono di dirottare lì i loro acquisti e spendere lì i loro soldi.

    Lancio un’idea: i negozi del centro potrebbero posticipare l’orario di apertura e rimanere aperti in orario pranzo come avviene in svariate città.

  • Paolo Fedele

    E se I commercianti del centro si unissero per fare un mega centro commerciale in centro????? CHE IDEONA!!!!!

    • Abiff

      C’è già… si chiama “Centro Storico”.

      • Paolo Fedele

        Sorridi….. Siamo su scherzi a parte!!!

        • Abiff

          Acc… !

  • maumamaro

    Il piano per la decrescita felice tanto voluto dalla sinistra e dai grillini, prosegue a gonfie vele.

    • Abiff

      Proprio così. La sinistra è sempre stata lotta, sacrificio, sofferenza, abnegazione… beati i commercianti sofferenti, che il loro sacrificio non sarà invano…