Commenta

Approvato in Giunta
pacchetto di aiuti alle
attività economiche

(foto di repertorio - foto Sessa)

“Oggi è un giorno importante. In Giunta abbiamo approvato il pacchetto di aiuti alle attività economiche da proporre al prossimo Consiglio comunale. Considerando anche i minori introiti (che quantificheremo quando avremo le adesioni definitive alle proposte ad esempio sui plateatici) si tratta di più di due milioni di intervento”. Così sulla propria pagina Facebook il sindaco Gianluca Galimberti ha commentato il primo passaggio formale verso l’introduzione degli aiuti a sostegno delle attività a seguito dell’emergenza Covid. Per Galimberti si tratta di “aiuti molto concreti e importanti che come Comune vogliamo dare per sostenere le attività colpite da questa situazione e per aiutarle anche nella fase di ripresa”.

In particolare, la Giunta ha previsto diverse sospensioni: la Cosap (Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche, ndr) sia per i plateatici di tutti gli esercizi pubblici per tutto il 2020 (per un valore di 206mila euro) e la contestuale possibilità di ampliare i plateatici gratuitamente, sia per le nuove richieste di plateatici di negozi di vicinato e esercizi pubblici per tutto il 2020. Sempre per quanto riguarda la Cosap, sospensione del 50% (come anche la Tarig, tassa rifiuti giornaliera) per gli operatori dei mercati cittadini che non hanno effettuato per 6 mesi a partire da marzo attività di vendita durante l’emergenza (per un valore di 110mila euro).

Sospesa, nella proposta della Giunta, anche Tari (Tassa sui Rifiuti) in modo totale per i mesi di marzo, aprile e maggio per tutte le attività chiuse in seguito ai provvedimenti di contenimento della pandemia e riduzione per i mesi successivi. Questa misura riguarda: cinema e teatri, campeggi, distributori carburanti, impianti sportivi, alberghi, negozi, artigiani, carrozzerie, attività industriali, ristoranti, mense, bar, caffè e pasticcerie, ortofrutta, pescherie, fioristi, pizzerie, discoteche… (per un valore di 1 milione e 200mila euro). Sempre in tema Tari, sono state avanzata anche la proposta di rinvio le scadenze per tutti (utenti domestici e non domestici) a 31/07/2020 (prima rata), 30/09/2020 (seconda rata) e 15/12/2020 (saldo a conguaglio), con un acconto (prima e seconda rata) pari al 70% di quanto dovuto a tariffe 2019 ed un conguaglio (saldo) a tariffe 2020.

La Giunta propone infine di organizzare, in accordo con Aem, un sistema di sosta gratuita a favore dei clienti della attività commerciali e di mettere a disposizione 250mila euro per dare un contributo (attraverso bando) a chi deve pagare un affitto per il proprio esercizio o il proprio negozio.

“Positivo il pacchetto approvato dalla Giunta- commenta il consigliere del Pd Santo Canale – mi auguro che ci sia spazio per un miglioramento da parte dei consiglieri nella commissione di venerdi”.

© Riproduzione riservata
Commenti