Politica
Commenta

Dalla Lega di Cr solidarietà al personale della scuola e interrogazione al Comune

Solidarietà della consigliera Simona Sommi, della Lega, nei confronti dei sindacati della scuola che questa mattina hanno manifestato davanti alla Prefettura. “Ho portato la mia solidarietà ai precari della scuola (docenti e ATA) qui a Cremona, così come hanno fatto Deputati e Senatori della Lega delle Commissioni Cultura di Camera e Senato lo scorso 4 giugno a Roma in Viale Trastevere, davanti al MIUR”.

“La Lega – aggiunge Sommi – ha tentato di emendare il DL Scuola in Senato e alla Camera, dove è arrivato “blindato”, con soluzioni di buonsenso, per evitare che a settembre l’apertura delle scuole avvenga nel caos, senza trovare accoglimento. La questione del reclutamento del personale docente attraverso un concorso per titoli e servizio avrebbe garantito la stabilizzazione dei precari già a settembre, avviando l’anno scolastico con personale di ruolo e in modo ordinato. La ministra Azzolina e le forze politiche di maggioranza si assumeranno la responsabilità di ciò che accadrà a settembre, oltre che delle folli proposte come divisori di plexiglass in classe e altri idee risibili.
La scuola è il luogo della socialità e della relazione e la riduzione degli alunni per classe si ottiene con l’immissione in ruolo del personale docente necessario allo svolgersi dell’attività didattica in sicurezza”.
Sempre questa mattina la rappresentante salviniana ha depositato in Comune un’interrogazione a risposta orale che pone l’attenzione sulla questione dell’offerta dei servizi educativi sul territorio comunale, che interessa direttamente la cittadinanza e che ha suscitato un ampio dibattito anche a livello nazionale.

“L’emergenza Covid19 – aggiunge – ha evidenziato l’esigenza di ripensare la gestione dei centri estivi e dell’avvio ordinato delle attività scolastiche a settembre, con l’emanazione di norme atte a conciliare i protocolli sanitari con la necessità di fornire servizi ricreativi ed educativi a famiglie, bambini e ragazzi. A livello governativo, le soluzioni proposte attraverso il DL Scuola, con passaggi anche nel decreto “Liquidità” e nel decreto Rilancio”, risultano essere assolutamente insufficienti a risolvere le criticità, come anche Anci ha sottolineato.
Regione Lombardia ha emanato un protocollo utile all’apertura dei centri estivi sul territorio, possibile dal 15/06.
Il Comune di Cremona è chiamato a coordinare e co-progettare le attività di soggetti e associazioni che abbiano espresso una manifestazione di interesse a gestire centri estivi in città, rispondendo ai bisogni dell’utenza.

Inoltre, l’Amministrazione dovrà organizzare la riapertura delle scuole.

La mia interrogazione ha lo scopo di conoscere come, nel merito e nel metodo, il Comune intenda muoversi su questi due fronti.

© Riproduzione riservata
Commenti