Ultim'ora
Commenta

6 i nuovi contagi in provincia
di Cremona . Si torna a 0
decessi, 18 in Regione

Nessun decesso e 6 nuovi contagi accertati nelle ultime 24 ore in provincia di Cremona su un totale di 10.464 tamponi effettuati. Il totale cremonese dei positivi sale dunque a 6.574. Nelle province limitrofe, nel milanese sono stati conteggiati 43 casi, Bergamo 32, Brescia 21, Como 8, Lecco 3, Lodi 2, Mantova 12, Monza e Brianza 7, Pavia 7, Sondrio 3, Varese 7. I nuovi casi positivi in tutta la Regione sono 157, mentre i decessi registrati sono 18 per un totale complessivo a 16.534. In Regione il numero dei ricoverati in terapia intensiva è stabile, mentre i ricoveri non in terapia intensiva scendono a – 136. “Dei 157 casi positivi riscontrati oggi”, ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, “94 sono determinati da tamponi eseguiti a seguito della positività allo screening sierologico. Si tratta quindi di persone con sintomatologia pregressa, il cui esito del tampone è risultato ‘debolmente positivo’. 8 casi invece sono riferiti a ospiti delle RSA e 4 a operatori socio sanitari. Stabili le presenze nei reparti di terapia intensiva (60 pazienti), mentre continua a calare il numero dei ricoveri (1.537, 136 meno di ieri)”.

“La situazione epidemiologica del Paese sul fronte coronavirus resta buona anche se si è registrato un lieve aumento di nuovi casi positivi in alcune aree del Paese dovute per lo più ad una maggiore attività di screening”. Lo ha detto il direttore generale della Prevenzione sanitaria del Ministero della Salute, Gianni Rezza, commentando i dati relativi al periodo 8-14 giugno 2020 raccolti dalle cabina di regina costituita dallo stesso Ministero della Salute con l’Istituto Superiore di Sanità, secondo cui l’indice Rt che indica la contagiosità del virus a livello nazionale è inferiore a 1. “Si sono verificati alcuni focolai – ha aggiunto rezza – che però al momento risultano sotto controllo. È necessario ribadire, tuttavia, l’importanza delle misure legate al distanziamento sociale e che le autorità sanitarie intervengano prontamente per verificare eventuali nuovi focolai e mantenerli sotto controllo”.

I CASI NEI COMUNI DELLA PROVINCIA

© Riproduzione riservata
Commenti