Commenta

Premi Barbieri ai 53
giovani volontari
di CremonAiuta

Consegnati martedì mattina i Premi alla Memoria di Attilio Barbieri, presso il Giardino di casa Barbieri Raspagliesi di via 11 Febbraio. 52 i ragazzi tra i 18 e i 28 anni segnalati dalle associazioni che hanno preso parte alla rete CremonAiuta, creata dal Comune durante l’emergenza Covid: Croce Rossa Italiana, Croce Verde, La Città dell’Uomo, Gli Amici di Robi, Auser Volontariato comprensorio Cremona, Focr Federazione oratori cremonesi. Ciascuna associazione ha ricevuto un assegno di 2.000 euro e soprattutto la soddisfazione di aver contribuito ad alleviare una situazione che per tante persone costrette a casa poteva diventare davvero insostenibile. Consegna a domicilio dei pasti, della spesa, dei farmaci, distribuzione casa per casa delle mascherine, trasporto ammalati, ma anche più semplicemente alleviare la solitudine di anziani e  persone fragili: queste le attività principali in cui sono stati occupati.

Ad aprire la cerimonia è stato Lamberto Ghilardi, segretario generale della Fondazione Città di Cremona che amministra il lascito Barbieri e componente della commissione valutatrice insieme alla presidente della Fondazione, Uliana Garoli, dall’assessore al Welfare Rosita Viola, dal delegato del Vescovo Mons. Ruggero Zucchelli, dalla vice preside del liceo Manin Francesca Di Vita.

“Ogni anno – ha spiegato Garoli – con molto piacere ricordiamo Attilio Barbieri, un giovane caduto per mano delle truppe di occupazione quando la guerra stava finendo. E lo ricordiamo con un premio, derivante dal lascito dei genitori, nato come premio alla ‘bontà, concetto che però ci sembrava un po’ troppo vago e che abbiamo deciso di tradurre in quello che oggi qui voi rappresentate, ovvero l’impegno sociale, civile e nel volontariato. L’esempio di quest’anno, la messa in moto di queste energie nella rete CremonAiuta, ci ha indicato subito la direzione da dare a questo premio e per questo la commissione, in pieno accordo ha deciso di semplificare le procedure chiedendo direttamente alle associazioni coinvolte di segnalarci i giovani, senza aprire bandi”. Una menzione è stata riservata anche a tutte le altre realtà associative che per ragioni di età, sono rimaste fuori da questo riconoscimento. Significativa anche la scelta del luogo di consegna del Premio: il giardino del Centro integrato per anziani Barbieri, gestito da Cremona Solidale e di casa Raspagliesi, di recente ristrutturata dalla Fondazione con 10 nuovi appartamenti a canone calmierato. Un giardino che funge anche da collegamento con Civico 81 di via Bonomelli, dove si svolgono le numerose attività delle cooperative del consorzio Il Sol.co., oggi rappresentato dalla presidente Giusy Biaggi e da Simona Saletti.

Il sindaco Galimberti ha poi elogiato i ragazzi, indicandoli come segno di speranza. “Un altro segno di speranza è stata la nascita di 15 bambini all’ospedale in poche ore e i tanti matrimoni che abbiamo prenotato per settembre in Comune”. Galimberti ha poi posto l’attenzione sul futuro: “Siamo migliorati davvero dopo il Covid? Non so, soprattutto a noi adulti. Oggi abbiamo il dovere della memoria, di ricordarci quello che quei giorni hanno rappresentato. Dobbiamo chiederci se le fragilità resteranno al centro della nostra comunità e se lo spirito di volontariato che avete interpretato riuscirà ad entrare anche nel mondo del lavoro, della politica, dell’economia?”

Un’altra mattonella, realizzata da Umberta Robusti Gennari, infine è stata apposta sul ‘muro degli amici’, come ringraziamento a CremonAiuta, a ricordo dell’impegno di un’intera comunità e dei suoi giovani in un momento di grande bisogno. Si trova accanto  quella degli altri benefattori che con piccole e grandi donazioni stanno contribuendo all’abbellimento di quest’area verde aperta al pubblico: un delle ultime arrivate è quella di Cassa Padana, oggi rappresentata dal direttore Fabio Tambani.

Sul portale di fondazionecr.it, le storie e le motivazioni di alcuni di questi protagonisti.

Gli Amici di Robi

Auser Volontariato Cremona

La Città dell’Uomo

Croce Rossa Italiana

Croce Verde

Focr

© Riproduzione riservata
Commenti