Ultim'ora
6 Commenti

Barriere architettoniche:
scivolo incompleto, rischio
per carrozzine e pedoni

Foto e video Francesco Sessa

Sulla carta sarebbero interventi di abbattimento delle barriere architettoniche, in varie zone del centro storico, ma a conti fatti in diversi casi il risultato è stato ben diverso da quello auspicato. Come ad esempio in centro a Cremona, davanti alla banca Unicredit, dove il marciapiede che consente di scendere dai portici nell’angolo tra via Gramsci e piazza Roma è tutt’altro che a prova di carrozzina.

Nonostante i lavori appena terminati, infatti, la struttura ha mantenuto il salto, tanto che per rimediare è stato aggiunto uno scivolo di catrame che però non rappresenta certo la soluzione ottimale. Anzi, peggiora addirittura le cose, anche per chi non deve transitare in carrozzina. Il pericolo è in agguato anche per chi transita in bici, tanto che proprio stamane una donna in bicicletta si letteralmente ribaltata. E’ stata soccorsa da una passante e fortunatamente non si è fatta male, ma avrebbe potuto andare peggio.

Non è questa l’unica situazione ambigua: soltanto qualche giorno fa in via Capitano del Popolo, è stato ripristinato il gradino del marciapiede, al posto dello scivolo originario. Venne realizzato in concomitanza con la nuova piazza Stradivari, sfalsata rispetto al piano stradale delle vie limitrofe. Ora quello scivolo è sparito, sostituito dal marciapiede, un intervento in contrasto, con le due aree di sosta per disabili presenti sulla via.

© Riproduzione riservata
Commenti