Commenta

Trattorie, anche il 'Caffè
La Crepa' di Isola Dovarese
nelle migliori 13 d'Italia

Nella classifica delle 13 migliori trattorie Italiane redatta da Sara Favilla, è presente il ‘Caffè La Crepa’, noto locale di Isola Dovarese. Conosciuta originariamente come ‘Locanda del Ciclista’, il locale si affaccia sulla gonzaghesca piazza Matteotti. Nel libro sono presenti molti racconti diversi tra loro, questi tratteggiano le Premiate Trattorie Italiane: un’associazione di 13 insegne enogastronomiche sull’intera Penisola, pregne di storia, tradizioni, cultura e famiglia. Tredici realtà che Favilla, food writer toscana, narra oggi in una pubblicazione bilingue — Premiate Trattorie Italiane. Storie di uomini, di cibo, di territorio (Ed. Gambero Rosso) — con le immagini del fotografo Lido Vannucchi, promotore dell’iniziativa.

Spazio anche al territorio cremonese con il ‘Caffè La Crepa’ dove la cucina appartiene alla “gente comune e alla corte”. E da ogni piatto “trasuda l’amore per le radici e per la tecnica locale, con accenni di contemporaneità resi magistralmente dalla famiglia Malinverno”, racconta Favilla che spiega: “Insomma, un piccolo paradiso dei sapori dove il pescato d’acqua dolce va a braccetto con carni miste bollite e trippa all’isola. Dove si può scegliere tra salumi pregiati, lumache di Borgogna e formaggi locali. E dove gelateria, con dessert artigianali, e cantina, con etichette importanti, non smettono di sorprendere. Poi c’è un negozio di alimentari per acquistare prelibatezze fatte in casa. Ma la vera chicca sta negli ortaggi con cui i detenuti del carcere di Cremona, grazie al supporto del ‘Caffè La Crepa’, confezionano una giardiniera conosciuta in tutto il territorio”.

Il ‘Caffè La Crepa’, nel 2018, aveva già ottenuto (ex aequo con i ristoranti ‘Balzi Rossi’ di Ventimiglia e a ‘Agli Amici dal 1887’ di Udine) il riconoscimento ‘Animante Terra&Ambiente’, un premio sintetizza valori e tecniche, sensibilità e culture non facili da ritrovare tutte assieme a livelli elevatissimi ed è nato dal connubio tra la Guida Ristoranti d’Italia del Gambero Rosso e Barone Pizzini, azienda vinicola pioniera in Franciacorta dell’agricoltura biologica. Lo scorso novembre, poi, Confesercenti Lombardia, nell’ambito della prima edizione di ‘STOREtelling…imprese da raccontare’, aveva premiato il locale di Isola Dovarese insieme ad altre due eccellenze cremonesi: la Ferramenta Bergonzi e la trattoria ‘Il Gabbiano’ di Corte de’ Cortesi.

 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti