46 Commenti

Incendio all'acciaieria Arvedi,
l'azienda: 'Nessuna sostanza
nociva toccata dalle fiamme'

Foto Sessa

Incendio nella mattina di giovedì presso l’acciaieria Arvedi, dove una torre di raffreddamento, a causa di un cortocircuito, ha preso fuoco. Immediatamente sono scattate tutte le misure di sicurezza previste in queste circostanze, mentre sul posto sono intervenuti immediatamente i Vigili del Fuoco con sei mezzi, che hanno avuto ragione delle fiamme. Molti i cremonesi che hanno visto e fotografato la colonna di fumo che si è levata in cielo. Fortunatamente la situazione è tornata in breve tempo sotto controllo.

AGGIORNAMENTO – “Arpa Lombardia e i Vigili del fuoco sono intervenuti prontamente” ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente, Raffaele Cattaneo. “La situazione è sotto controllo anche dal punto di vista delle emissioni in aria. Non ci sono state conseguenze e Arpa ha pertanto ritenuto di non dover effettuare il campionamento dell’aria nella zona interessata”.

“Questa mattina presso lo stabilimento cremonese di Acciaieria Arvedi c’è stato un incendio alla torre di raffreddamento dell’impianto acque, per cause che sono in corso di accertamento” chiarisce l’azienda in una nota. “Grazie alle rigide misure di sicurezza e alle procedure di emergenza, che sono immediatamente scattate, l’incendio è stato domato in meno di un’ora, per il pronto intervento della squadra antincendio di Acciaieria Arvedi e dei Vigili del Fuoco. Nessuna persona è stata coinvolta nell’incendio e non ci sono feriti. 

Nessuna sostanza pericolosa o nociva è stata toccata dall’incendio e, dai risultati ad ora disponibili – in attesa di quelli definitivi, i cui esiti saranno confermati nella giornata di domani – le centraline non hanno evidenziato nessun problema o criticità sia per la qualità dell’aria, sia da un punto di vista ambientale. Tutti i sistemi di presidio ambientale sono prontamente entrati in funzione e intervenuti in maniera efficace e le acque utilizzate nello spegnimento dell’incendio sono state convogliate in un punto di raccolta”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    tranquilli i Cremonesi ,la Cremonese Calcio acquistera’ un bomber e si parlera’ di lui mettendo in secondo piano l’incendio avvenuto e tutto quello che e’ andato nell’aria

  • ciclo-pe

    Perfetto, scrivete che è tutto sotto controllo, avete già fatto, si vede a naso, l’indagine sulle ricadute ambientali!! Ma che bravi.

  • Арсений

    Articolo davvero esaustivo, dieci righette così tanto per esserci, mentre per l’anatra in via Gaspare Pedone…

    • Jeppetto

      Certo!

  • Valeria Sportoletti

    Artico esaustivo ,direi che avete solo dimenticato di scrivere che è tutto ok e che si consigliano i cittadinii di aprire le finestre e inspirare bene l’aria che ora é ancora più ossigenata!

  • Lallero

    Se l’articolo avesse riguardato una cartaccia in piazza Duomo ne sarebbe uscita un’enciclopedia.
    Ah la voce del padrone…

  • auroraazzurra

    Anche la nube tossica è sotto controllo ???

    • Cristiano

      Certo, ci penserà una sonatina dell’arpa a tranquillizzare tutti…

  • Telafó Giovanni

    La nube serve a estirpare le erbacce in via Cardinal Massaia…

  • Cristiano

    Come mai il Comune di Monticelli d’Ongina invitava a limitare gli spostamenti all’aria aperta?

  • Roberto Regonelli

    Era solo una nuvola di profumo!

  • A. G.

    Che sia un fatto GRAVISSIMO LIQUIDATO in poche righe non fa piacere. Credo che oltre a queste cose, che non dovrebbero MAI accadere, dobbiamo anche preoccuparci di quello che sta succedendo alle API nelle nostre province e non solo. Perché anche in AGRICOLTURA SI INQUINA E MOLTO. LA COSA CHE PREOCCUPA È CHE NON SI VEDE COME LE FIAMME DI QUESTA MATTINA…

  • Laura Talla

    Tanto perché a Cremona non si è già abbastanza inquinati. Ma tanto qui si fa come le tre scimmiette: non vedo, non parlo, non sento.

    • Acciaio Rapido

      a Cremona siamo circa 75000 abitanti, ci sono 3 fabriche e siamo una fra le città piu inquinate in Europa… detto questo, detto tutto

  • Marco

    Non fanno la campionatura dell’aria perché è tutto a posto? ….ma cos’è humor inglese? È la campionatura che deve dire se tutto è a posto, si vocifera tra i complottisti che i rilevatori arpa più vicini spesso non funzionino bene….A Spinadesco invece che parlare di come difendersi dal Covid dovrebbero pensare a come difendersi da qualcos’altro….

  • Ciudél

    L’Arpa é la stessa della Tamoil…emissioni balsamiche per tutti, aerosol…il cavaliere non deve preoccuparsi e i prezzolati di turno pure. Non fanno le analisi…ormai non c’é piú limite alla decenza…vergognatevi!!!

  • Gianluca Franzoni

    La densa nube nera non conteneva niente? Ma stiamo scherzando? E l’ARPA non ritiene opportuno effettuare campionamenti? È vergognoso. Si chiude il caso con 10 righe che dicono solo una evidente falsità? Io non ci sto. Pretendiamo chiarimenti immediati.

  • carabinosonio

    Ha preso fuoco una torre di raffreddamento. Non so cosa intendano in acciaieria con questo termine, ma nelle industrie le torri di raffreddamento sono un circuito chiuso di acqua che viene raffreddata col sistema evaporativo: sopra questa torre ci sono dei ventilatori per facilitare l’evaporazione, all’interno dei piatti o comunque ostacoli sempre per facilitare tale processo e sotto una vasca di raccolta da cui poi pescano le pompe del circuito. Ora, che si sia incendiato un tale sistema ci può stare… ma davvero sono serviti così tanti mezzi dei vigili del fuoco? E comunque, per sviluppare tale fumata nera, doveva essere costituita da vetroresina, o altro materiale plastico… davvero non ha causato alcuna emissione?

    • Gianluca Franzoni

      Esatto. Questo è il punto. Altro che torre di raffreddamento. Magari anche quella, ma il fumo nero si origina da ben altro, come gomma, plastica, vetroresina….appunto. Chiediamo un chiarimento al Comando dei Vigili del fuoco: cosa avete realmente spento?

      • Jeppetto

        Mi unisco alla richiesta: il giornalismo serio dovrebbe essere questo…

  • Cristiano

    Come si fa a credere ancora in questi enti? Chi li gestisce? Chi li manovra?

    • Acciaio Rapido

      Viene il dubbio che più che proteggere l ambiente, proteggano qualcuno

      • Cristiano

        Vuoi vedere che ARPA significa agenzia regionale per la protezione di A……?

        • Acciaio Rapido

          I soldi comprano tutto, anche il benessere ma non la salute

        • Jeppetto

          Eh, eh, eh…

  • Giovanni Ferrari

    Proprio perché non cè nulla Arpa dovrebbe fare i rilievi e dimostrare che è tutto ok. Vale sempre la vecchia regola : “Male non fare, paura non avere”.

  • Almukawama

    Ma quanti lettori in mala fede… Scommetto che sono gli stessi che ancora aspettano giustizia x le varie stragi e omicidi di stato.Passati e recenti. Suvvia in Italia questo è il prezzo da pagare x un po di posti di lavoro (almeno stavolta non ci sono stati morti immediati) e qualche ritocco alla città. Cremona aiuta….

  • Cristiano

    Il protocollo di ARPA dice che devono passare almeno 6 ore dall’incendio per fare monitoraggi (direttore ARPA a telecolor 10′ fa). Dove si può reperire tale protocollo?
    Non me ne voglia il direttore, ma non ceedo più a nessuno.

  • peace

    purtroppo…..

  • Alberto

    Nessuna dispersione in aria?! Ma ci è o ci fa? Mi perplime.

  • Alberto

    Il fumo nero cos’era mio nonno in cariola? Ma a Cremona siamo una barzelletta? 🤦‍♂️

  • Franco Ferrari

    Se le centraline che misurano la qualità dell’aria non hanno rivelato nulla con una nube di fumo simile le possibilità sono tre: o sono spente o sono starate o sono da buttare. L’Incidente può accadere. Possiamo o dobbiamo accettare di pagare un prezzo in nome dell’occupazione ma, per favore, un po’ di rispetto per la nostra intelligenza.

  • Tuono

    A dare da mangiare agli asini si ricevono calci

    • carabinosonio

      Mentre a dar da mangiare alle volpi si ricevono morsi.

      • Jeppetto

        E dar da mangiare alle serpi in seno?

        • carabinosonio

          In quel caso si riceve latte! 😉

          • Jeppetto

            🙂

  • Rainman

    Ma se fosse tutto un artifizio per reintrodurre l’obbligo perenne delle mascherine e quindi riportare le vendite dei dpi ai livelli di qualche mese fa?????
    Ma cosa più importante….il sindaco dov’è?

    • Jeppetto

      Bella domanda!

    • CesareSilvano

      Io non so da dove le pescate certe perle…

  • ciclo-pe

    L’assessore Cattaneo che dichiara che è tutto a posto quando L’ARPA non ha fatto alcun campionamento, su quali dati si basa?

    • Jeppetto

      Semplicemente spiazzante…

  • Chicca

    Tale fabbrica è intoccabile, capisco che da lavoro a tante persone ma la salute delle persone va’ tutelata ! Quindi ARPA fai il tuo dovere ! Analizza l’ aria e non essere di parte , non farti comprare a discapito della salute delle persone !!!

  • Pilla Paolo Guido

    Speriamo che l’Autorità Giudiziaria possa fare chiarezza!

  • Andrea

    Ormai non si nascondono neanche più, prendono per i fondelli alla luce del sole

  • Cristiano

    Mi spiace azienda, ma senza controlli non si può sapere.