8 Commenti

Degrado in città: erba alta
e incolta lungo le ciclabili del Bosco,
del Maristella e di Largo Moreni

Nella torrida estate cremonese piovono le lamentele degli appassionati delle due ruote, ma anche dei residenti, a causa delle condizioni di alcune piste ciclabili cittadine. A partire da quella del Bosco Ex Parmigiano che, mentre sul tratto di competenza del Comune di Gerre de’ Caprioli appare pulita e impeccabile, nel tratto cremonese è decisamente invasa dalle erbacce, in molti casi alte come una persona. Tanto che in alcuni tratti anche la visibilità risulta piuttosto limitata, oltre al fatto che laddove si incrociano due bici il rischio è finire dentro i cespugli di erba.

Una situazione simile si registra lungo la ciclabile del Maristella, che costeggia via Persico: anche qui gli arbusti sono alti e incolti e, sebbene non diano particolari problemi a chi transita in bici, offrono un’immagine tutt’altro che curata della città

Degrado anche in prossimità del ponte di Po, lungo la ciclabile che costeggia largo Moreni, nel tratto che da via Bortini raggiunge il ponte in ferro, dove le erbacce invadono il bordo strada sia lungo la pista sia lungo la carreggiata, senza contare la staccionata in legno palesemente rovinata. Una situazione che l’ex presidente del quartiere Po, Matteo Tomasoni, aveva già “segnalato a inizio giugno all’amministrazione comunale, senza mai ottenere risposta” spiega. “Mi hanno detto che non è compito del Comune ma del Demanio. E nessuno ha fatto nulla, nonostante io abbia poi fatto altre segnalazioni.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Telafó Giovanni

    Tira più un filo d’erba che un incendio in acciaieria…PULITZER!

    • Chicca

      In acciaieria devono nascondere !! È intoccabile !!

    • Laura Talla

      Bellissima! Ben detto.

    • Andrea Garini

      Mito

    • Vanni Salomoni

      Béla Giovanni !!!

  • Laura Talla

    L’erba alta fa meno danni che l’aria tossica e le polveri di vetro resina cadute nei campi agricoli…

  • A. G.

    5 commenti perfetti.

  • Lallero

    Questi sono i veri problemi: l’erba che cresce, non gli incendi che potrebbero rilasciare sostanze tossiche (comunque ho notato l’unanimità di silenzio sulla vicenda da tutte le parti politiche: COMPLIMENTONI)