Ultim'ora
20 Commenti

Addio (per ora) all'area per
lo sgambamento cani nel
parco del Morbasco sud

Addio all’area sgambamento cani nel parco del Morbasco. La risposta data dall’assessore Simona Pasquali all’ex presidente del Comitato di Quartiere Matteo Tomasoni (che un anno fa appena prima delle elezioni amministrative aveva portato in comune una petizione firmata da 234 persone) non lascia dubbi: la recinzione di una porzione del parco per consentire ai ‘4 zampe’ libertà di movimento, è rinviata a data da destinarsi. Comprensibilmente sono altre le priorità di cui il Comune deve occuparsi in questo momento, ma resta il fatto che un anno fa, a maggio, due assessori della precedente giunta si erano sbilanciati in maniera abbastanza netta sulla possibilità di realizzare l’area. Pur tenendo conto che nei pressi del quartiere Po, e precisamente nell’area del Parco fluviale, esiste già lo sgambamento cani.

Questa la risposta arrivata a Tomasoni all’inizio di agosto: “In merito alla sua cortese segnalazione e relativa raccolta firme riguardante il tema in oggetto, con la presente siamo a comunicarLe che per adesso, a seguito di opportune valutazione tecniche, non è in previsione la realizzazione di un’area cani nella zona indicata.

Comprendiamo comunque l’importanza che la stessa possa rivestire nella zona del Parco Morbasco Sud per i cittadini residenti; conseguentemente l’amministrazione terrà in evidenza la richiesta al fine di poterla rivalutare non appena sarà possibile”.

“Ricevo una infinità di solleciti da parte dei firmatari la petizione”, afferma Tomasoni, “e pensavo che i tempi fossero maturi per la realizzazione dell’opera stessa. La raccolta firme si era fermata a maggio, in quanto sembrava che l’opera potesse essere realizzata; ora, oltre un anno dopo, scopriamo che non sarà così. Avevo inviato solleciti all’amministrazione già lo scorso  settembre  e poi nei mesi successivi senza ricevere alcuna risposta. Fino ad ora, ed è una risposta negativa. Sinceramente tutto questo dispiace e non poco”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti