Cronaca
Commenta5

Serve alcol ad un 14enne: nei guai gestore di bar. Multe anche per norme anti Covid

Controlli a tappeto degli agenti della polizia locale in città contro la somministrazione di bevande alcoliche ai minori. Il servizio di polizia annonaria, coordinato dall’ufficiale Giorgio Catapane, si è concentrato in modo particolare su tre bar del centro, anche in seguito ad alcune segnalazioni, compresa quella di una mamma. Proprio nel locale segnalato gli agenti della municipale guidati dal comandante Pierluigi Sforza hanno trovato tre minori che consumavano alcol: un ragazzo di soli 14 anni e gli altri due nella fascia di età compresa tra i 16 e i 18 anni. Per il più giovane, come vuole la legge, il gestore, che neppure aveva rilasciato lo scontrino, è stato denunciato penalmente per aver somministrato alcol ad un minore. Per gli altri due ragazzi l’uomo è stato invece sanzionato con una multa complessiva di 666 euro. Non solo: nei confronti del gestore sono scattate altre sanzioni amministrative per il mancato distanziamento dei tavoli, come richiesto dalle normative anti Covid. Guai anche per il gestore e due dipendenti di un altro esercizio, pizzicati al lavoro senza mascherina e per il mancato rispetto degli orari. Per loro una multa di 280 euro ciascuno. I servizi di controllo e prevenzione predisposti dagli agenti della municipale nei locali continueranno. L’attenzione verso chi, in particolare, somministra alcol a minori, è altissima, essendo il fenomeno purtroppo in netta crescita. L’obiettivo è quello di tutelare la salute dei ragazzi, che purtroppo cominciano a bere già in giovanissima età, e di punire chi non rispetta le leggi.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti