Un commento

Soresina, Messa al cimitero
col Vescovo per ricordare
le vittime del coronavirus

E’ un evento che era stato proposto nel pieno dell’emergenza covid, durante il lockdown, domani diventerà realtà. Una Santa Messa in ricordo delle vittime del Covid 19 che si terrà domani, domenica 6 settembre alle 18, proprio al cimitero di Soresina, uno dei comuni più colpiti dal virus con 37 vittime e oltre 230 contagiati. La celebrazione sarà presieduta dal Vescovo di Cremona Monsignor Antonio Napolioni, un momento per ricordare chi ci ha lasciati ed è stato solo frettolosamente salutato durante i mesi più duri. “Ricorderemo insieme tutti i nostri concittadini ai quali in periodo di pandemia è stata negata l’onoranza funebre. Li ricorderemo uno a uno, e li saluteremo con una preghiera”. Così il Comune nella locandina che annuncia questa Messa, fin dalle premesse carica di emozione e commozione. La Pro Loco ha invitato tutta la cittadinanza ad esporre il tricolore in segno di solidarietà e vicinanza alle vittime e a tutti coloro che sono stati colpiti dalla malattia.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Riccardo Fermi

    I morti meritano tutti rispetto. Fatta questa premessa, ciò che trovo difficilmente comprensibile è l’attenzione mediatica che viene attribuita a costoro. Sono persone che il caso ha voluto venissero colpite da un virus e da questo, in molti casi insieme ad altre patologie, portati alla morte. Ogni anno muoiono per complicanze della sindrome influenzale molte persone. A nessuna di costoro viene celebrata una messa in ricordo o si pensa di costruire un monumento. Le cosiddette “vittime del covid” non stavano combattendo per la libertà, per la giustizia e sono cadute sul campo per la comunità. La retorica è un grandissimo vettore di emozioni. Riposino tutti in pace.