Politica
Commenta3

Nomine Ponchielli, Articolo Uno: 'Si scelga figura di livello internazionale'

La vicenda delle nuove nomine del Ponchielli torna a far parlare di sé, e in vista della fase conclusiva della nomina del nuovo Sovrintendente della Fondazione del Teatro,  è Articolo Uno che vuole dire la propria sulla questione.

“Venuti a conoscenza che tra i nomi selezionati dalla Agenzia  appositamente incaricata, ve ne sono alcuni di assoluto livello internazionale, la scrivente Segreteria Provinciale di Articolo Uno con i suoi consiglieri comunali Francesco Ghelfi e Paola Ruggeri, sentiti anche tutti gli aderenti, desidera esplicitare il proprio orientamento politico, nella convinzione che tale scelta sia di importanza strategica per il progetto di posizionare Cremona come città di cultura, di musica e ovviamente di liuteria a livello internazionale” scrive il gruppo in una nota.

La scelta, secondo l’associazione, “dovrà essere squisitamente meritocratica in base ai curricula presentati e non improntata ad altre priorità di livello più localistico o in qualche modo amicale.

Tale scelta deve essere inoltre in grado di trovare l’approvazione unanime del Consiglio di Amministrazione in modo da sanare i dissapori che si sono creati nei mesi scorsi e ricomporre la frattura a suo tempo creatasi all’interno del CdA e tra il CdA stesso e l’Assemblea dei soci”.

Solo in tal modo, secondo Articolo Uno, “si potrà garantire al Ponchielli un futuro scevro da polemiche e improntato veramente al mantenimento del prestigio di questa istituzione cittadina e, auspicabilmente, ad un suo ulteriore rilancio. E’ ovvio che la nomina di una figura di livello internazionale potrà essere di grande aiuto non solo nel far crescere il teatro nel suo insieme, ma anche nel giusto tentativo di far rientrare la nostra Città nel giro delle città candidate a capitali europee della cultura.

Si coglie l’occasione per ringraziare l’attuale sovrintendente dott.ssa Angela Cauzzi per tutti gli anni di intenso e proficuo lavoro che ha svolto a servizio della nostra comunità e più in generale della Cultura in senso lato.  

Un’ulteriore riprova dell’eccellente lavoro da lei svolto sta proprio nel numero e nella qualità delle persone che hanno fatto domanda per dirigere la Fondazione Ponchielli, certamente posizionata nei livelli alti del panorama nazionale.

L’auspicio, e la nostra volontà politica, è che non si sprechi un’occasione tanto importante: dalle situazioni crisi bisogna uscire con un colpo d’ala e non con soluzioni di serie B”.

© Riproduzione riservata
Commenti