Commenta

A 225 Km/h in A21: contro
questi comportamenti al via la
campagna della polizia stradale

Concentrarsi ogni volta che si sale in auto o su qualunque mezzo e ci si mette alla guida su strada. Si dovrebbe fare sempre, e questa è la settimana giusta per ricordarlo: European Roads Policing Network ha programmato, da oggi fino al 20 settembre, la campagna europea congiunta denominata “Focus on The Road”, che ha l’obiettivo di sensibilizzare ad un corretto comportamento da tenere su strada. L’iniziativa è stata presentata oggi anche a Cremona dal questore Carla Melloni e dal comandante della polizia stradale Federica Dededda.

“Roadpol”, è stato spiegato durante l’incontro, “è una rete di cooperazione tra le polizie stradali, nata sotto l’egida dell’Unione Europea, alla quale aderiscono tutti i paesi membri. L’organizzazione intende sviluppare una cooperazione operativa tra le polizie stradali europee per ridurre il numero di vittime sulla strada e degli incidenti stradali, in adesione al Piano d’Azione Europeo 2011- 2020, attraverso operazioni internazionali congiunte di contrasto delle violazioni e campagne tematiche in tutta Europa, all’ interno di specifiche aree strategiche, i cui risultati vengono poi monitorati dal gruppo operativo Roadpol, il tutto al fine di elevare gli standards di sicurezza stradale”. Lo scopo della campagna “Focus on the Road” è di verificare efficacemente su tutte le arterie europee di grande viabilità il rispetto delle norme di comportamento alla guida.

“Oggi”, ha detto il comandante Deledda, che rappresenta l’Italia, “bisogna pensare in maniera europea: ci si sposta quotidianamente, la circolazione delle merci è libera, e questo è un grande segno di progresso, ma ci porta anche a fare i conti con i rischi e i pericoli che si incorrono se non si rispettano le regole. Il lavoro è comune, e per questo c’è un continuo scambio di informazioni e anche di utilizzo di nuove tecnologie, per creare, attraverso progetti di educazione stradale, una vera e propria cultura della sicurezza”.

Per questo, la stradale di Cremona ha predisposto sull’intero territorio provinciale l’effettuazione di  controlli mirati: focus in particolar modo sull’uso del cellulare, oggi utilizzato non solo per telefonare, l’assunzione di alcol e droga al volante, l’uso della cintura di sicurezza, i sistemi di ritenuta per i bambini, e non ultimo la velocità, una violazione sempre più diffusa e sempre più pericolosa. Si pensi che solo domenica alle 17,30 del pomeriggio l’autovelox in A21 ha fotografato tre veicoli che procedevano a 209, 212 e persino a 225 chilometri all’ora. Mercoledì, intanto, si celebra la giornata della sicurezza stradale. In piazza Roma sarà allestito un gazebo dove gli agenti saranno a completa disposizione della cittadinanza per dare tutte le informazioni.

“La specialità della polizia stradale”, ha ricordato il questore Melloni, “è storicamente la più vecchia, un’anziana signora, uno dei nostri fiori all’occhiello. Ha una lunghissima storia alle spalle. Questi agenti sono i nostri angeli custodi sulla strada. Questo è un progetto che si propone di far capire quanto sia importante essere sicuri. Organizzando queste iniziative, non sapremo mai quante vite abbiamo salvato, ma una sola vita salvata è già un grandissimo risultato”.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti